Scuola – Voto in condotta farà media. Studenti sul piede di guerra

0
3

Scuola – Tremano gli studenti: il voto di condotta farà media e potrà essere attribuito anche per sospensioni inferiori a 15 giorni. Il ministro Gelmini ha spiegato la decisione con una chiara motivazione: “ridurre gli episodi di bullismo che preoccupano molto genitori e insegnanti. Si torna a una scuola del rigore che fa del comportamento un elemento significativo per formare la personalità dei ragazzi”. Dunque ai docenti sarà consentito di attribuire il 5 il condotta, con conseguente bocciatura. Ma non da subito.
“Il ministero dell’Istruzione – spiega la nota – sta preparando il Regolamento di coordinamento delle norme relative alla valutazione, previsto dall’articolo 3 della legge 169/2009 (…): un decreto con il quale saranno, tra l’altro, meglio ridefiniti i criteri della valutazione del comportamento”. In buona sostanza i vincoli per l’attribuzione del 5 in condotta contenuti nel decreto di appena dieci giorni fa verranno superati da un altro decreto.
“Sarà data maggiore libertà alle scuole – ha continuato la Gelmini – di decidere in autonomia quando assegnare il 5 in condotta: il limite dei 15 giorni di sospensione per l’attribuzione all’insufficienza, contenuto nel decreto sulla valutazione del comportamento, potrebbe essere eliminato già a partire dagli scrutini del secondo quadrimestre”.
Per infliggere il 5 in condotta, i docenti dovranno accertare che l’alunno “successivamente alla irrogazione delle sanzioni di natura educativa e riparatoria previste dal sistema disciplinare, non abbia dimostrato apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento”. Tutto il resto, al momento, sono soltanto parole.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here