Scoperto a Napoli il parcheggio abusivo dell’amore riservato ai clienti delle prostitute

Scoperto a Napoli il parcheggio abusivo dell’amore riservato ai clienti delle prostitute

11 Giugno 2020

L’equipaggio di una volante della Polizia a Napoli ieri, durante un controllo, ha notato, all’angolo tra via Galileo Ferraris e via Francesco Generale Sponzilli, un’auto che usciva da un’area abusiva ricavata sotto un cavalcavia.

Gli agenti hanno bloccato un ragazzo che stava ‘regolando’ l’ingresso al ‘parcheggio’ e che, vedendoli, ha avvisato gli occupanti di alcune vetture in sosta. I poliziotti li hanno identificati e hanno accertato che il ‘parcheggiatore’, per 5 euro, consentiva la sosta agli automobilisti che si appartavano con delle prostitute.

Il 22enne napoletano è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione, mentre un’albanese di 36 anni, già destinataria di un ordine di espulsione eseguito nel dicembre del 2015 con divieto di reingresso nel territorio dello Stato Italiano per un periodo di 5 anni, è stata denunciata per inottemperanza al provvedimento.