Scommesse clandestine da bookmakers inglesi: preso 44enne

0
2

Avellino – Continuano le attività investigative da parte della Guardia di Finanza nella lotta al gioco d’azzardo e scommesse clandestine. L’operazione è stata possibile grazie alla sinergia con l’Ufficio Italiano dei Cambi ed il Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, che attraverso le modalità operative utilizzate per pervenire all’individuazione delle precise responsabilità ed in applicazione della normativa antiriciclaggio di cui al Decreto Legge nr. 143/1991 (articolo 3), così come convertito nella legge nr. 197/1991, hanno individuato un giro di scommesse illegali anche in Irpinia. Nel caso specifico, partendo da una segnalazione per operazione sospette rilevata, un mero bonifico di 12mila euro proveniente dall’estero, ha suscitato quella curiosità investigativa che, per il tramite del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Roma, si è concretizzata negli specifici accertamenti e nelle delicate indagini condotte dagli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria di Avellino, agli ordini del Tenente Colonnello Maurizio Guarino. L’analisi della movimentazione di un conto corrente bancario appartenente a M.L., di anni 44, nato ad Avellino, lavoratore dipendente, ha consentito di rilevare operazioni finanziarie con società inglesi operanti nel settore delle scommesse on-line per importi superiori alle centinaia di migliaia di euro. Il correlato studio delle uscite del conto ed, in particolare, di alcuni assegni bancari tratti e successivamente versati da soggetti di Avellino hanno permesso di delineare numerosi “scommettitori” cui il 44enne avellinese ripartiva le vincite a sua volta ottenute da bookmakers inglesi. Ovviamente M.L., oltre ad operare in assenza di qualsivoglia autorizzazione con riferimento alla specifica normativa dell’Amministrazione dei Monopoli di Stato in materia di scommesse, si assicurava introiti “esentasse” per l’attività di gioco perpetrata in quanto le giocate confluivano direttamente sul suo conto personale per poi esser distribuite ai vincitori al netto della quota dovuta allo stato e, correlativamente, assenza di tutela per i giocatori. Nei confronti di M.L. è stata inoltrata segnalazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino per violazione della legge nr. 401/1989 sulle scommesse clandestine (articolo 4).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here