Ernesto di Cecilia: “Minichiello deve essere sfiduciato”

0
6

“In qualità di consigliere comunale di ‘Città Visibile’, presento una mozione di sfiducia individuale contro l’assessore Giuliano Minichiello“. Muove da qui l’attacco di Ernesto Di Cicilia all’attuale assessore alla cultura di Palazzo di Città. “Rivelatosi inadeguato alla delega conferitagli sei mesi fa – spiega – Minichiello è stato protagonista assente di una politica culturale priva di originalità, serietà e concretezza. Evitando, accuratamente, di affrontare questioni essenziali per lo sviluppo di una progettualità unitaria, capace di orientare i mutamenti socio-antropologici ed urbanistici che investono la città di Avellino, l’inattivo assessore si è rinchiuso in un lavoro impiegatizio, connivente ed interamente adagiato sulle inconcludenti quanto dispendiose attività del sindaco”. Ferma dunque, la richiesta. Una mozione di sfiducia alla quale hanno già dato la propria adesione i consiglieri comunali Giovanni D’Ercole, capogruppo consiliare di Alleanza nazionale, Modestino Iandoli e Carmine Montanile. “Minichiello dev’essere sfiduciato – conclude – per palese impreparazione al governo della cosa pubblica ed immobilismo conclamato. Il promotore ed i firmatari auspicano che il Consiglio comunale voti la mozione unicamente per ridare alla città una politica culturale e un riconoscibile senso della serietà istituzionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here