Sant’Angelo dei Lombardi – Don Gnocchi e il futuro: oggi il convegno

0
11

Sant’Angelo dei Lombardi – Sarà un convegno di alto interesse scientifico ma che non mancherà di essere al centro dell’attenzione per le recentissime polemiche sulla proposta del Piano Ospedaliero che riguarda anche il nosocomio di Sant’Angelo dei Lombardi e quello di Bisaccia. Innanzitutto il futuro dell’Ospedale, dove già qualcuno questa mattina getta acqua sul fuoco affermando che “le notizie distorte” (colpa dell’informazione?) hanno creato inutili allarmismi. Staremo a vedere… ma l’eventuale ridimensionamento implicherebbe problemi anche per le grandi potenzialità e professionalità del Don Gnocchi. “L’intervento riabilitativo come valore aggiunto nella continuità assistenziale del paziente di ogni età: la proposta della Fondazione Don Gnocchi”. E’ questo il tema del convegno che si svolgerà questa mattina e domani presso la sala conferenze del Polo Specialistico Riabilitativo “Don Carlo Gnocchi” (via Quadrivio), presso l’Ospedale “Criscuoli” di S. Angelo dei Lombardi. Il convegno, organizzato dal direttore del polo riabilitativo di S. Angelo dei Lombardi, dottor Salvatore Provenza, insieme al direttore scientifico dottor Daniele Pellegatta e ai primari Soccorso Capomolla (cardiologia) e Salvatore Brancaccio (Fisiatria/ortopedia), vedrà la partecipazione di illustri relatori ed esperti del settore medico e riabilitativo. Per la giornata di oggi, dalle ore 14 alle ore 18, è previsto il saluto delle autorità, prima di procedere alla relazione del Presidente della Fondazione Don Gnocchi, Monsignor Angelo Bazzari, che parlerà della “Risposta al bisogno delle disabilità: la nuova carità cristiana”. “L’approccio alla fragilità; le risposte della riabilitazione”, sarà invece il tema dell’intervento del direttore Salvatore Provenza. Subito dopo, seguiranno le relazioni del professor Carlo Bertolini, del professor Raffaele Calabrò e del professor Mario Caputi. A seguire, prima dell’intervento conclusivo di Fratel Paolo Maria Barducci, seguiranno gli interventi dei medici Giuseppe Rosato e Vincenzo Lucchetti. La seconda parte del convegno si terrà sabato 25 novembre, dalle ore 9 alle 17. Si inizia con l’intervento del dottor Soccorso Capomolla (“L’intervento riabilitativo nel cardiopatico complesso: i modelli gestionali per la continuità assistenziale”); a seguire, sono previsti gli interventi del dottor Salvatore Brancaccio (“La riabilitazione intensiva in UO di riabilitazione neuromotoria/ortopedica”); del dottor Marco Forni (“Modelli innovativi in neuroriabilitazione: le gravi cerebrolesioni acquisite”); della professoressa Maria Chiara Stefanini e dottoressa Laura Iuvone (“Prevenzione/riabilitazione: l’approccio al danno neuromotorio nell’anno di vita”); della dottoressa Michela Armando (“Strategie riabilitative nei bambini affetti da paralisi cerebrale infantile – dalla presa in carico alla consegna del progetto terapeutico”); del professor Umberto Bacillari (“Il bisogno formativo logopedico: l’integrazione tra Polo e scuola universitaria di specialità”); del professor Raffaele Gimigliano (“Il bisogno formativo fisioterapico: l’integrazione tra Polo e scuola universitaria di ospecialità”); dei professori Francesco Rossi e Raffaele Gimigliano (“L’università ed il Polo: una nuova jointventure per l’eccellenza”).
Dopo la pausa-pranzo è prevista un tavola rotonda sul tema: “La Riabilitazione in Campania: razionamento o razionalizzazione?”. Vedrà come moderatore il professor Gaetano Sicuranza, con interventi di Simonetta Bianchi, Antonio D’Avanzo, Rocco Granata, Paolo Ferrara, Maurizio Ferratini, Raffaele Gimigliano, Luigi Giordano,Vincenzo Lucchetti, Silvio Riboldazzi e Carmine Santoli. Concluderà l’assessore alla Sanità della regione Campania, Angelo Montemarano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here