Sant’Angelo all’Esca, cambia look la località “Taverna”

0
1135

Sant’Angelo all’Esca. Una rotonda, nuova pavimentazione, la risistemazione del parcheggio: cambia look la località “Taverna”, zona all’ingresso del piccolo borgo irpino. Il progetto, nato dall’intenzione di rendere più sicura la viabilità dell’area, è stato realizzato dalla provincia di Avellino.

Su sollecitazione dell’amministrazione comunale di Sant’Angelo, la Provincia di Avellino ha voluto fortemente realizzare l’intervento necessario per la sicurezza. Da qui, l’approvazione del progetto di riqualificazione. A capeggiare la squadra dei tecnici provinciali, l’ingegner Fausto Mauriello supportato dal responsabile di zona, il geometra Carmine Della Sala che ha progettato l’intervento.

In zona “Taverna”, una rotonda per il deflusso del traffico e per il rallentamento veicolare ha sostituito lo spartitraffico. Oltre alla rotonda che devia il traffico verso Luogosano, Taurasi, Fontanarosa e Paternopoli, la realizzazione di marciapiedi per la sicurezza dei pedoni che accedono alla zona cimiteriale o alle attività commerciali presenti e la sistemazione dell’ampio parcheggio.

“Ringrazio il Presidente della Provincia Rizieri Buonopane – dice il sindaco Attilio Iannuzzo – per la vicinanza dimostrata dall’amministrazione provinciale verso le istanze del nostro comune, i tecnici e l’impresa Ciasullo che ha realizzato l’opera nonostante le difficoltà legate alla circolazione veicolare, mai interrotta.

Quello in località “Taverna”, zona di passaggio che si immette sulla Sp 52 – continua Iannuzzo – è stato un intervento importante per la salvaguardia dei pedoni che devono raggiungere il cimitero, la Chiesa della Madonna del Carmine e le attività commerciali. La “Taverna” è il biglietto da visita del paese. Ha cambiato look una zona trascurata da anni e che oggi finalmente ha un nuovo aspetto”.

Il 16 luglio, festa in onore della Madonna del Carmine, è stata scelta come data simbolica per presentare l’opera alla comunità. Per l’occasione, attesa la presenza del presidente della Provincia Rino Buonopane