San Modestino, ad Avellino sarà “notte bianca” del commercio

0
2348

San Modestino, ad Avellino sarà “notte bianca” del commercio. Il prossimo 14 febbraio, in occasione della ricorrenza del santo patrono del capoluogo, la città di “accende” con una serie di eventi. Saranno previsti intrattenimento per i bimbi e le famiglie, punti spettacolo e shopping. Si partirà alle 11 del mattino, ma le attività commerciali resteranno aperte fino a mezzanotte, tra momenti ludici, compere e attrazioni.

Un primo programma di massima per l’intera giornata di festeggiamenti è stato messo neso su bianco nel corso della sesta commissione consiliare, presieduta da Teresa Cucciniello. Nel corso della seduta, la vice-sindaco con delega alle Attività produttive ed al Turismo, Laura Nargi, ha relazionato in merito all’organizzazione, ormai imminente, della «Notte di San Modestino».

Per l’occasione, anche le strutture comunali e i monumenti resteranno aperti ed illuminati. Prevista la fruizione dei percorsi turistici del centro storico, a cominciare dai Cunicoli longobardi.

«Istituzionalizziamo la notte bianca, già sperimentata con successo in estate, legandola alla Festa del Santo Patrono. – spiega Nargi – Era doveroso farlo, considerato che questa ricorrenza è particolarmente sentita dagli avellinesi. E’ questa una delle novità della versione invernale. Grazie al contributo ed alla condivisione della commissione, ed alla collaborazione delle associazioni di categoria – continua la vice-sindaco – vogliamo proseguire nel solco delle tante iniziative turistiche realizzate finora, che ci stanno consegnando una città più viva. Ma anche e soprattutto sostenere le attività commerciali, che per l’occasione potrebbero immaginare iniziative di richiamo e una scontistica particolare».

Teresa Cucciniello, presidente della Sesta commissione, sottolinea: «Prosegue l’intenso lavoro dell’organismo che mi onoro di presiedere, anche grazie agli input che ci arrivano dalla giunta. Questa Amministrazione, sul versante dell’organizzazione delle manifestazioni culturali e di sostegno al commercio, sta dimostrando di non essere seconda a nessuno». – chiosa la consigliera del gruppo «Ora Avellino» –