VIDEO/ Salvini in città tra “Forza Avellino”, Taurasi, bacioni ai “comunisti fuori” e attacchi a De Mita: “Io a 91 farei il nonno”

0
30

Renato Spiniello – “La Lega da sola a testa alta, meglio soli che mal accompagnati. Diamo speranza di cambiamento a una città che la politica ha tradito per troppi anni”. Arriva intorno alle 12:15 il Vicepremier, Ministro dell’Interno e leader leghista Matteo Salvini al Cinema Teatro “Partenio” di via Verdi.

Accolto dalla candidata sindaco della Lega Biancamaria D’Agostino, dal coordinatore regionale Gianluca Cantelamessa e da quello provinciale Sabino Morano, dal capolista alle Europee per la circoscrizione Sud Aurelio Tommasetti (Rettore dell’Università di Salerno), dai candidati a sindaco per Cassano Irpino Salvatore Vecchia e Ariano Irpino Generoso Cusano oltre che da una nutrita schiera di salviniani d’Irpinia ma anche dal presidio della Cgil e da alcuni manifestanti che non fanno fatto mancare qualche momento di tensione, a quest’ultimi non sono mancati i classici “bacioni” rivolti dal Vicepremier.

“Qui ad Avellino non siamo voluti scendere a compromessi con altre forze politiche che rappresentato il vecchio, avremmo potuto fare accordi per spartirci poltrone e assessorati ma così non avremmo cambiato la città e l’Italia – continua Salvini motivando la scelta di correre in solitaria alle amministrative – Se volevamo scegliere il vecchio – continua il Ministro – saremmo potuti andare a Nusco, dove c’è chi a 91 anni invece di dedicarsi ai nipotini si candida ancora a fare il sindaco”.

Il leader leghista continua elencando i successi ottenuti dal suo ministero: “Sbarchi e reati in netto calo grazie soprattutto al lavoro delle forze dell’ordine che lavorano notte e giorno”. Poi ancora sul voto in città: “Il 26 maggio abbiamo la possibilità di fare la storia e conto che Avellino faccia una scelta di onestà, trasparenza e cambiamento”.

Salvini, che ha ricevuto in dono, oltre alle classiche felpe e magliette, anche una bottiglia di Taurasi (“W il vino italiano”) conclude il suo discorso dal palco con un in bocca al lupo all’Avellino Calcio, impegnato prossimamente nello spareggio promozione contro il Lanusei. “Speriamo di ritrovarci presto in Serie A”: afferma da tifoso milanista.