Ruba smartphone e inveisce contro i poliziotti: un arresto a via Colombro

0
1804

Un arresto per rapina aggravata

Nella tarda mattinata odierna una pattuglia della Polizia Stradale di Avellino, nel corso dei servizi di vigilanza stradale e controllo del territorio, attuati in Avellino nell’ambito del potenziamento dei servizi disposto in sede di riunione di coordinamento delle Forze di Polizia presieduta dal Prefetto d.ssa Spena, ha proceduto all’arresto di un soggetto per i reati di rapina aggravata, tentato furto e porto abusivo d’arma da taglio.

La dinamica dell’arresto

In particolare, i poliziotti in via Colombo, avendo notato due persone rincorrersi affannosamente, le hanno inseguite e sono riusciti a bloccarle con la collaborazione di una Volante al fine di chiarire il motivo del loro comportamento. Nella circostanza G.A.R., un 36enne di origini romene, ma da tempo residente in questa Provincia, oltre a provare, inutilmente, di disfarsi di uno smartphone (prontamente recuperato), ha dato immediatamente in escandescenza, cercando violentemente di sottrarsi al controllo ed inveendo contro gli stessi poliziotti. Il soggetto che lo rincorreva era il marito della donna che poco prima aveva subito il furto del telefonino.

Il precedente poco prima dell’arresto

Inoltre, da una immediata verifica effettuata con la collaborazione della Sala Operativa della locale Questura, si è appreso che lo stesso soggetto, poco prima di questo reato, aveva anche tentato di derubare dello smartphone un’anziana, episodio a cui aveva assistito una giovane donna avellinese, che aveva prontamente allertato il 113, resistendo anche al tentativo del G.A.R., di sottrarle il telefono nel mentre cercava di documentare l’azione delittuosa con una ripresa video. Il G.A.R. è stato così tratto in arresto e posto a disposizione dell’A.G. per il successivo giudizio per direttissima.