Rotondi, Vittorio: “Sindaco De Luca vuole affossare 1 mld di opere”

0
8

Rotondi – “Come nel confine tra arte e vandalismo, il discrimine tra buona politica e scempio politico sembra essere stato ineluttabilmente valicato con lo scellerato intento del Sindaco del Comune di Salerno di promuovere un ricorso avverso il bando di Palazzo Santa Lucia, che stanzia fondi europei per comuni al di sotto di 50.000 abitanti. L’incriminato stanziamento – secondo le affermazioni del primo cittadino salernitano- terrebbe conto esclusivamente delle esigue dimensioni territoriali dei comuni interessati, in spregio alla “qualità” e all’opportunità del progetto elaborato e finanziato”. Così in una nota Claudio Vittorio, vice sindaco del Comune di Rotondi.

“Ebbene, pur volendo per un momento mettere in discussione la validità dei progetti promossi, a cui i cosiddetti “piccolini” stanno lavorando con minuzia e notevole sacrificio da diversi anni – come nel caso del comune di Rotondi, che persegue il progetto di recupero e valorizzazione del centro storico da alcuni lustri. La posizione di De Luca risulta pur sempre incomprensibile rispetto alla consapevolezza, che non può non avere un amministratore comunale, circa la complessità dell’iter burocratico per reperire, ottenere ed utilizzare i fondi europei prima che essi vengano chiesti in restituzione da Bruxelles. Cosa che si verificherà se non utilizzati entro giugno 2015”, continua.

“Perchè questo è ciò che accadrebbe per effetto di una vera e propria “lite sconsiderata” incardinata innanzi al TAR dal sindaco PD di Salerno. Probabilmente questo strano e ipocrita senso di giustizia, va letto non nell’ottica dell’interesse pubblico, ma nell’irrefrenabile bramosia di potere che sta nascendo alle porte di una nuova sfida elettorale, nella quale, da probabile aspirante governatore, non potrebbe appropriarsi dei benefici che tale opera politica porterebbe alle nostre comunità. Un’opportunità così importante per la compagine irpina e per tutti i piccoli comuni destinatari dello stanziamento non può andare sprecata per l’ennesima attività di stalkeraggio e attentato alla buona amministrazione, come sempre strumentalizzata e annientata dalla perdita di qualsivoglia senso civico”, conclude.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here