Rinvenuti resti di cinghiale: Grottaminarda dichiara guerra all’abbandono di rifiuti

Rinvenuti resti di cinghiale: Grottaminarda dichiara guerra all’abbandono di rifiuti

9 Agosto 2020

Rinvenuti i resti di un cinghiale: Grottaminarda dichiara guerra all’abbandono di rifiuti. I resti dell’animale, insieme ad altra immondizia, sono stati trovati al di sotto del cavalcavia in via Olmo, nei pressi della Variante alla SS 90. Un cittadino ha segnalato lo scempio e l’Amministrazione comunale insieme alla Polizia Municipale è prontamente intervenuta per una verifica della situazione.

Nelle prossime ore il sito verrà bonificato con l’intervento di una ditta specializzata nello smaltimento di residui animali nel pieno rispetto delle normative vigenti e con notevoli costi per l’Ente.

L’Amministrazione comunale condanna fermamente questi comportamenti barbari che danneggiano l’ambiente e mettono a rischio la salute dei cittadini e fa appello a queste persone irrispettose a ritrovare il proprio senso civico, ricordando loro che sono state anche inasprite le pene per con una recente ordinanza sindacale.

Purtroppo le segnalazioni di sversamenti di rifiuti sono continue e per l’Ente provvedere alla bonifica è decisamente impattante sul bilancio comunale. Spesso poi si tratta di siti di ignari privati che, non solo si ritrovano con i rifiuti nel proprio terreno, ma vanno anche incontro a diffide.

In ogni caso il Comune di Grottaminarda per quanto nelle proprie possibilità e competenze, continuerà a vigilare, a scoraggiare queste azioni deleterie per il territorio e l’ambiente, a bonificare i siti di abbandono. Resta fondamentale la collaborazione dei cittadini.