Rigenerazione urbana, finanziato il programma dell’area vasta di Avellino: 54 alloggi sociali

0
1241

Rigenerazione urbana, finanziato il programma dell’area vasta di Avellino: 54 alloggi sociali. Gli interventi da finanziare con il Piano Nazionale di Edilizia Abitativa per la realizzazione di Programmi Integrati di Edilizia Residenziale, sono stati approvati dalla Regione Campania.

Tra questi, approvati e finanziati per oltre 6 milioni di euro, c’è il programma dell’area vasta di Avellino, capofila Comune di Avellino, “Co-housing un nuovo modo di abitare”, che è stato progettato e coordinato dal Servizio Strategico Europa del Comune di Avellino e prevede 7 interventi, localizzati nei comuni di Avellino (quartiere Valle), Chiusano di San Domenico, Mercogliano, Sant’Angelo a Scala, Pietradefusi, Sorbo Serpico e Venticano.

Tali progetti, inseriti in una pianificazione territoriale di rigenerazione urbana, affrontano il problema dell’abitare in modo nuovo, con azioni innovative e sperimentali, rispetto a soluzioni standard, abituali.
Il modello di social-housing si configura come un’occasione di rigenerazione urbana più ampia, leva di possibile rinnovo e valorizzazione, portatore di mixitè sociale ed occupazionale, attivatore di economie e di possibili interessi di specifici soggetti.

Con il programma di co-housing dell’Area vasta di Avellino s’intende realizzare una forma innovativa di “abitare sociale”, che offre non solo un miglioramento della qualità urbana ed architettonica, ma anche nuove dotazioni funzionali, integrando importanti aspetti sociali.

“Questo nuovo modo dell’abitare riporta la persona ad una dimensione più “umana” – afferma il sindaco Gianluca Festa – riscopre l’importanza dei legami, dello “stare insieme”, e quindi della socialità, dell’altruismo, del confronto, del rispetto della diversità. Il social-housing, rigenerando diversi aspetti della Città di Avellino e dei piccoli Comuni, rappresenta un elemento determinante e vincente nel “marketing territoriale” e nel miglioramento della qualità del “vivere nei piccoli centri rurali”.

Questo finanziamento è anche il primo concreto risultato raggiunto come Area Vasta e rappresenta un grande successo anche in relazione ad un’idea condivisa e congiunta di strategia, progettazione e realizzazione degli interventi. L’idea dell’Area vasta di Avellino – conclude il Sindaco Gianluca Festa – è quello di attuare un programma di co-housing diffuso, rivolto ad anziani, studenti e giovani lavoratori, al fine di promuovere un nuovo modo dell’abitare, capace di soddisfare le nuove esigenze e i fabbisogni abitativi, un co-housing intergenerazionale.

Il programma prevede la realizzazione di 54 alloggi sociali, da assegnare in locazione a canone sociale per un periodo non inferiore a 30 anni a studenti, giovani lavoratori ed anziani, nonché di un sistema di servizi abitativi collaborativi/locali urbani, che saranno di riferimento per l’intera Area.

Sono previsti anche laboratori artigianali dove gli anziani, potranno insegnare il loro mestiere ai giovani in cerca di un lavoro oppure a studenti, con cui potranno condividere anche l’alloggio.