Rifiuti – Ore contate per Difesa Grande. Intanto nuovo blocco al Cdr

0
2

Ariano Irpino – Ariano attende l’arrivo di Catenacci. Solo una questione di ore, infatti, per l’ufficializzazione della firma dell’ordinanza che entro metà della settimana sancirà l’apertura della discarica di Difesa Grande. Ma la cittadinanza è pronta alla mobilitazione e sollecita le popolazioni limitrofe attraverso un manifesto: “Noi cittadini dell’arianese e di tutta la Valle dell’Ufita e del Cervaro – si legge a grandi lettere – siamo nuovamente chiamati alla mobilitazione generale per ribadire il nostro convinto ‘No’ alla riapertura della discarica di Difesa Grande o di altri siti sul nostro territorio”. Per questo, giovedì mattina alle ore 8.00 “… raduniamoci tutti nei pressi della scuola media ‘Mancini’ in via Cardito. La nostra presenza è la più forte risposta all’ennesima vergognosa mortificazione che si vuole infliggere alle nostre comunità. Non siamo la pattumiera della Campania”. Una posizione che la dice lunga sugli animi che giovedì mattina infuocheranno l’ingresso della cittadina del Tricolle. Una forma di protesta che va ad aggiungersi alla seduta permanente e straordinaria del Consiglio comunale e alle ronde notturne che si susseguono per lanciare l’allarme qualora dovesse ravvisarsi l’arrivo dei compattatori. Ma non finisce qui. Da Napoli, infatti, in materia di rifiuti non giungono notizie positive: la Campania sta vivendo una fase pre-emergenziale, situazione che già sta manifestando ampiamente le sue ripercussioni nel capoluogo irpino dove già da qualche mattina i cassonetti sono tornati ad essere colmi. Non solo. Ieri mattina la situazione è apparsa particolarmente grave. Il Cdr ha bloccato i conferimenti in quanto l’impianto di Pianodardine è saturo e, almeno per il momento, non è possibile sapere quando si potrà ricominciare con le operazioni di sversamento. Dunque, Ariano resta in attesa di notizie ufficiali ma il campanello d’allarme è già suonato da qualche giorno: le ronde sono in allerta per lanciare il richiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here