Rifiuti, migranti e aggressione ai dirigenti del Verona, Foti a tutto campo

1
4

Emergenza rifiuti, ampliamento Stir di Pianodardine, l’aggressione ai dirigenti del Verona e il caso dell’accoglienza dei migranti in città: il sindaco di Avellino Paolo Foti, in occasione della cerimonia religiosa in onore del Santo Patrono della città, si è intrattenuto con la stampa per fare il punto delle principali vicende dell’attualità.

Per quanto riguarda la querelle rifiuti, Foti ha precisato: “Da quanto mi risulta in queste sarebbe in corso una riunione a Napoli per annullare la determina dirigenziale con cui era stato previsto l’ampliamento dell’ex Cdr. Io però sono legato alla mozione licenziata dall’aula e, dopo le verifiche del caso, faremo ricorso al Tar”.

L’AGGRESSIONE AI DIRIGENTI DEL VERONA – La fascia tricolore di Avellino conferma la sua netta condanna rispetto ai fatti che hanno acceso il pre gara della sfida tra l’Avellino e il Verona dello scorso fine settimana. “E’ stato un atto teppistico nei confronti di quattro cittadini che si stavano recando allo stadio. Dalla ricostruzione del comandante Michele Arvonio e da quella degli organi di Polizia, è da escludere che gli agenti della Polizia Municipale si siano girati dall’altra parte”.

QUESTIONE MIGRANTI – In merito all’accoglienza migranti all’ex convento delle Suore Stimmatine, Foti ha spiegato: “Il Prefetto ha bloccato l’iniziativa dell’associazione temporanea di impresa per alcune verifiche documentali. L’alternativa si è peraltro già materializzata in alcune zone della città e circa trenta migranti sono stati già collocati. Adesso c’è la mozione approvata in consiglio comunale all’unanimità e il Comune di Avellino parteciperà al bando ministeriale per aderire agli Sprar. Verificheremo come poter svolgere il nostro compito”.

1 COMMENT

Comments are closed.