Rifiuti – Dal Pd nazionale attacco alla Cdl e al sindaco di Ariano

0
2

Roma – “La destra in Campania sta boicottando il lavoro del commissario De Gennaro, sobillando anche con suoi esponenti nazionali le protesta contro l’utilizzo dei siti di stoccaggio indicati dal Prefetto e indispensabili per togliere la spazzatura dalle strade”. E’ la denuncia di Roberto Della Seta, membro dell’Esecutivo e responsabile ambiente del Pd, e del senatore Francesco Ferrante,capogruppo del Pd in Commissione Ambiente. “A Roma non passa giorno senza che i leader nazionali di centro destra, da Fini a Casini, non strillino contro chi in Italia impedisce di fare le infrastrutture più urgenti e necessarie. In Campania invece esponenti locali, ma non solo, della stessa coalizione cavalcano irresponsabilmente le proteste, più o meno spontanee, che rischiano di impedire l’apertura delle discariche d’emergenza individuate da De Gennaro”. E’ stato così a Pianura, con Alleanza Nazionale che ha sistematicamente soffiato sul fuoco dell’esasperazione, pure comprensibile, dei cittadini; è così ad Ariano Irpino, dove il sindaco vicino all’Udc guida la rivolta contro l’utilizzo del sito di stoccaggio; è così a Marigliano dove a guidare strumentalmente l’opposizione alla discarica sono il deputato Paolo Russo di Forza Italia e il senatore Tommaso Barbato, l’esponente dell’Udeur fresco di trasloco nello schieramento di centro destra. “Sono segnali preoccupanti – sottolineano Della Seta e Ferrante – che indicano la volontà di una parte del centro destra di boicottare il lavoro di De Gennaro adottando la vecchia tattica del “tanto peggio, tanto meglio”. “Ci appelliamo ai partiti della Casa delle Libertà perché in una situazione così drammaticamente critica dimostrino responsabilità e si uniscano nei fatti e non solo a parole all’impegno per mettersi finalmente alle spalle l’emergenza rifiuti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here