Rifiuti – Cisl, Bonanni: “E’ ora di rinnovare la classe dirigente”

0
2

Napoli – Affollatissima la sala della Stazione Marittima di Napoli, per il primo appuntamento pubblico di adesione al Manifesto per la Campania, con la partecipazione del Segretario Nazionale della Cisl, Raffaele Bonanni.
Nei prossimi giorni è in programma una manifestazione popolare per esprimere con forza l’indignazione per l’attuale condizione del territorio e la necessità di un segno radicale di cambiamento.
“Il senso della manifestazione – ha dichiarato Bonanni, concludendo i lavori – è sottolineare un disagio forte che abbiamo, e non solo il degrado che ci colpisce. È ora di arrivare a un rinnovamento radicale della classe dirigente locale e di riportare al centro i problemi della gente. È la politica che deve servire i cittadini e non viceversa”.
“Questa è una manifestazione di indignazione che intende rispondere anche alla necessità, espressa autorevolmente oggi da due illustri campani, di avere uno “scatto di orgoglio” senza aspettare l’intervento salvifico dall’esterno – ha dichiarato il Segretario Generale della Cisl Campania, Pietro Cerrito, in apertura della manifestazione – e di dimostrare che la Campania ha ancora un’anima. Il Sindacato deve aprirsi alle istanze che provengono dalla società, ed è per questo che l’adesione a questo manifesto, che già vede il coinvolgimento diretto di tante associazioni, è aperta a quanti vogliano portare la Campania a una condizione di “normalità”, superando un disagio acuito anche dal conflitto istituzionale forte in questi giorni. Non risparmiamo nessuno, né maggioranza né opposizione, quando ci chiediamo: chi non è riuscito a occuparsi del problema dei rifiuti come può occuparsi del futuro del nostro territorio? Da questa manifestazione non attendetevi candidature ma soltanto l’orgoglio di ribadire con forza che siamo donne e uomini che vogliono continuare a sentirsi liberi, di protestare e di partecipare alla costruzione del futuro della città, della provincia e della Regione”. “Ci troviamo – è stato l’intervento del Segretario Cisl di Napoli, Giuseppe Gargiulo– di fronte al fallimento di una generazione di politici e di amministratori locali, che in nessun settore è stata capace di dare risposte adeguate. Vogliamo contribuire a generare il riscatto campano e quello di Napoli in particolare, assieme a quanti vorranno unirsi a noi per rivendicare un cambiamento radicale del modi di fare politica e di amministrare”.
Sono inoltre intervenuti Rossella Paliotto, Raffaele Celentano dell’Associazione Impe, Maurizio Genito, Presidente di Confapi Campania, Sergio Fedele dell’Associazione Napolipuntoacapo, Enzo Scotti, del Link Campus Università di Malta, Paolo Monorchio dell’Associazione Campania Sanità e il responsabile Economia de Il Mattino, Marco Esposito che ha proposto di lavorare principalmente sulla qualità della scuola e della formazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here