Riduce in in coma la madre perché non accetta la sua omosessualità

0
2

Atripalda – Una storia di incomprensioni dall’epilogo drammatico. È successo a Mercogliano dove un giovane 30enne di Avellino, G.V. queste le sue iniziali, ha investito la madre con l’automobile dopo che la donna aveva scoperto la sua relazione con un altro uomo. Il giovane, che gestisce insieme ai genitori una tabaccheria al centro di Atripalda, è stato tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Avellino, guidati dal Capitano Nicola Mirante. Il 30enne era a Mercogliano per un incontro con il suo compagno proveniente dal napoletano. I due si erano appartati in auto ma all’improvviso è spuntata la madre, una donna di 57 anni, a quanto pare fermamente contraria alla relazione. Una scoperta che ha condotto ad una violenta discussione, alla quale hanno assistito molti passanti. Ad un tratto il giovane, nel corso del diverbio, ha dichiarato alla madre che sarebbe andato via di casa definitivamente. La donna per bloccarlo si è fermata davanti all’auto ma il figlio non ha avuto alcuna titubanza e l’ha investita lasciandola sulla strada in una pozza di sangue. Subito qualche passante ha provveduto a lanciare l’allarme e sul posto sono accorsi i Carabinieri e i sanitari del “118”. La 57enne è stata soccorsa e trasportata presso l’ospedale Moscati dove tuttora è ricoverata in coma nel Reparto di Rianimazione mentre le Forze dell’Ordine, subito hanno ricostruito i fatti e avviato le ricerche per ritrovare il ragazzo che nel frattempo aveva accompagnato il suo amico alla fermata dei pullman a piazza Macello per poi recarsi presso un istituto di credito di Atripalda e prelevare una somma di denaro utile ad una progettata fuga. Ma proprio ad Atripalda il 30enne è stato raggiunto dai Carabinieri e tratto in arresto con l’accusa di lesioni gravissime e omissione di soccorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here