Riconteggi: cambia il Consiglio Comunale. E c’è chi va in Procura

0
3109

Come sempre accade dopo ogni votazione, i riconteggi post voto finiscono per cambiare – seppur di poco – la mappa degli eletti in Consiglio Comunale. E’ il caso di Michele Lombardi, candidato alla carica di consigliere comunale con la lista “Davvero Avellino” che supportava la corsa a sindaco di Laura Nargi. Lombardi, nel primissimo conteggio delle preferenze, aveva la certezza di uno scranno nell’emiciclo cittadino alla luce dell’elezione di Nargi; tuttavia una volta comunicati i dati definitivi dall’ufficio centrale il suo posto in assise è andato a Mario Sorice. Al netto di un’eventuale ricorso al Tar, il candidato di Davvero potrebbe comunque ritrovare spazio a Piazza del Popolo dopo la nomina della Giunta.

Discorso simile per Vincenzo Picariello, candidato di “W la Libertà” sempre a supporto di Nargi. Picariello, che partendo da una posizione di parità con altro candidato al terzo posto, si ritrova a dati definiti con dieci voti in meno. Da qui la decisione di sporgere denuncia in Procura. La richiesta è di procedere al sequestro dei verbali elettorali al fine di verificare che non vi siano state alterazioni o modifiche che abbiano inficiato la regolare attribuzione delle preferenze durante lo scrutinio elettorale.