Ricatti via web: due condanne e un’assoluzione

Ricatti via web: due condanne e un’assoluzione

14 Gennaio 2021

di AnFan – Un’assoluzione e due condanne nel processo a tre ragazzi irpini che erano accusati di truffa, tentata estorsione aggravata, minacce e molestie e disturbo a persone.

Per l’accusa avevano eseguito una serie di porno-ricatti sul web. Il gup, Marcello Rotondi, ha assolto una 24enne di Serino e condannato a due anni e sei mesi un 28enne del capoluogo irpino, entrambi difesi dall’avvocato Loredana De Risi, e un 27enne di Prata Principato Ultra a due anni e due mesi (era difeso dall’avvocato Michele Fratello). La Procura aveva chiesto condanne per sei anni.

Nel fascicolo di indagine vengono ricostruiti una serie di episodi denunciati fra febbraio e marzo del 2016. Le vittime venivano contattate via chat e, dopo uno scambio di foto, arrivava il ricatto. A volte venivano costruite ad arte situazioni equivoche: come delle foto di una ragazza mezza nuda, che si era immortalata in una pasticceria di Avellino, per poi ricattare il titolare, uomo sposato.