Resistenza Operaia e i fatti di Roma: “Sindacati irpini silenti”

0
4

Sui fatti di lunedì 1 ottobre al Quirinale a Roma, si registra la nota del Comitato Resistenza Operaia che “… ringrazia gli amministratori Irpini che hanno risposto alla chiamata della lotta per il diritto al lavoro e per la continuità produttiva dello stabilimento Irisbus di Valle Ufita. Lunedì a Roma si è svolto un vero atto di coraggio e importantissimo è stato il sostegno e la presenza del Sindaco di San Sossio Baronia, dell’Assessore di Castel Baronia e del Vice Sindaco di Flumeri, che hanno condiviso, se pur ognuno con le proprie differenze caratteriali, la lotta operaia con convinzione e senza dimostrare nessuna paura e nessuna esitazione anche di fronte alla forza utilizzata ingiustamente per smantellare il presidio. Ringraziamo sentitamente anche tutti coloro che, da tutta Italia, in queste ore ci hanno manifestato la loro solidarietà per i fatti avvenuti. Contemporaneamente cogliamo l’occasione per rivolgere un pensiero di delusione e scoramento nei confronti anche di quella gran parte di Irpinia “che conta” sindacale, politica ed istituzionale che non ha sentito il dovere di spendere neppure una parola sui fatti di lunedì a piazza del Quirinale. Ci sono tanti modi per rendersi complici dello svuotamento e della desertificazione di un territorio, ci sono tanti modi per rendersi complici della chiusura di aziende, uno di questi è il silenzio, doloroso e assordante più di mille parole, uno di questi è lo strisciante obiettivo di sottacere e far passare inosservate le lotte operaie che vengono dal basso e che non innalzano bandiere di nessuna particolare sigla per far sentire a casa propria tutti coloro che si sentono classe operaia”, conclude la nota.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here