Report città sostenibili, Legambiente boccia Avellino

0
500

Avellino città grigia. Dall’ultimo report di Legambiente sulle città sostenibili d’Italia, il capoluogo irpino perde 43 posizioni e si attesta come 74esima città su 105. I parametri presi in oggetto per la valutazione sono stati 18. Gli studi sono stati portati avanti da Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore di collaborazione con Legambiente Avellino.

Male tutta la Campania. Ma a perdere più punti come città green c’è proprio Avellino. In testa Avellino con i peggiori dati regionali sulle emissioni di Pm10 in atmosfera. Sulla questione degli sprechi idrici Avellino e Salerno non hanno risposto alle domande degli esaminatori. Dati dunque non calcolabili. Sul fronte verde la situazione è ancora più critica. Il capoluogo è 84esimo su 105 per presenza e cura del verde urbano, 37esimo per isole pedonali mentre 20esimo per uso di solare pubblico.

“Avellino non sa cosa significa tutelare il verde pubblico – afferma il responsabile verde di Legambiente Avellino Alveare, Antonio Dello Iaco -. Questa città ha bisogno di cure e spazi dove gli abitanti possano rilassarsi e trascorrere le giornate”. – “In campagna elettorale si è parlato di Cemento zero. Questo no significa però essere autorizzati a tagliare decine di alberi senza rimpiazzarli e a non curare intere aree verdi”. – “Aspettiamo ancora l’istituzione della Consulta del Verde. Basta promesse, è ora di agire”.

Fa sorridere gli Avellinesi il dato sulla percentuale di raccolta differenziata. Il migliore tra i capoluoghi campani, mentre è pessimo quello sull’offerta di trasporto pubblico locale.

Male anche il dato sulla presenza di piste ciclabili che porta Avellino a essere la 92esima città capoluogo italiana.