Regione – Ecco i compensi dei manager delle società miste

0
8

Sono stati resi noti i compensi di presidenti e consiglieri delle aziende partecipate della Regione Campania. Decine le poltrone dei consigli di amministrazione delle aziende partecipate di Palazzo Santa Lucia. Incarichi a cui corrispondono stipendi più o meno alti a seconda delle responsabilità e della funzione ricoperta. Sono 24 società miste presenti sull’elenco (aggiornamento II trimestre – compenso lordo annuo), pubblicato sul Bollettino Ufficiale del 19 gennaio: si va dalla Città della Scienza alla s.p.a. che gestisce gli spazi fieristici della Mostra d’Oltremare, dalla Recam che si occupa di tutela dell’ambiente all’Autoservizi Irpini spa. 60 gli ‘uomini d’oro’ sui quali la Regione ha investito 1,25 milioni di euro nel 2008. Lo stipendio più alto, 62mila euro, a Maurizio Gemma, direttore generale della Film Commission. Poi 60mila euro a Rosa D’Amelio, ex assessore regionale oggi amministratore unico dell’Autoservizi Irpini (Air). Come la D’Amelio, Alberto Di Donato (Città della Scienza), Alessandro Rizzardi (Eav), Raffaele Sansone (Campania Digitale), Alessandra Bocchino e Bruno Rossi (Efi), Raffaele Giovanni Carfagna (Sauie), Giovanna Barni (Scabec), Leopoldo Spedaliere (Tess), Giuseppe Racioppi (Metrocampania Nordest), Fernando Origo (Circumvesuviana), Raffaele Bianco (Sepsa). A quota 40mila euro Fabrizio Ferrentino (Oltremare). 36mila euro per Samuele Ciambriello, presidente del CdA di Trianon Viviani spa, e 18mila euro a testa invece per i due componenti del direttivo, Fabiana Sciarelli e Riccardo Canessa. Quindi 30mila euro Luigi Carino (Cira); 20mila euro per Antonio Coppola (Arcss), Giuseppe Russo (Città della Scienza), Antonio Parisi (Efi), Gianvito Gialanella e Roberta Frangipani (Sauie), Michele Sandulli (Soresa), Silvano Cavaliere (Eav Bus).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here