Regione – Affitti: in arrivo 32milioni per le abitazioni

27 Dicembre 2005

Emergenza case: la Regione Campania stanzia 32 milioni di euro per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione. I fondi sono erogati ai Comuni della regione che provvederanno a emanare i bandi attuativi entro sessanta giorni e concedere gli aiuti. Possono accedere alle risorse, i cittadini residenti in Campania e che hanno un reddito complessivo non superiore ai 22 mila euro l’anno.
Le risorse sono stanziate grazie al Fondo per la mobilità. In particolare, 25 milioni di euro sono erogati dal governo e la restante quota dalla regione. I comuni destinatari del provvedimento sono 465, così ripartiti: 91, per la provincia di Avellino; 86 per quella di Benevento; 110 sono le amministrazioni interessante della provincia di Salerno; 92 quelle di Napoli e 86 le amministrazioni comunali di Caserta.
Il riparto dei fondi è fatto in base al numero di abitanti. In particolare: alla provincia di Napoli sono destinati contributi per 17,4 milioni di euro; ad Avellino e Benevento 1,3; a Caserta 4 milioni di euro e a Salerno 7.
I bandi dovranno essere presentati entro sessanta giorni. Destinatari degli aiuti sono i residenti in uno dei comuni beneficiari dei contribiuti e che siano titolari di un contratto di locazione per l’anno 2003.
Il contributo erogato è proporzionale al reddito dichiarato dal nucleo familiare. In particolare, bisogna avere un reddito annuale pari a 5 mila euro e pagare un affitto di almeno il 10 per cento del reddito dichiarato (almeno 500 euro annui); un reddito pari a 10 mila euro e pagare una pigione pari almeno al 14 per cento del reddito (almeno 1.400 euro annui); se il reddito dichiarato supera i 15 mila euro, il valore dell’affitto pagato deve essere almeno pari al 18 per cento del reddito (quindi un affitto di 2.700 euro annui); se il reddito dichiarato supera i 20 mila euro, per ottenere il contributo l’affitto deve essere pari almeno al 22 per cento del reddito dichiarato (cioè almeno 4.400 euro l’anno).
Sono previsti incrementi nei limiti di reddito per le famiglie con le seguenti caratteristiche: presenza di ultrasessantacinquenni nel nucleo familiare; giovani coppie; famiglie con un solo genitore (le cosiddette monoparentali); e altre debolezze sociali certificate dal Comune erogante il contributo. (Da URP – REGIONE CAMPANIA)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.