Regionali, Saviano “corteggiato” per una candidatura a Palazzo Santa Lucia

Regionali, Saviano “corteggiato” per una candidatura a Palazzo Santa Lucia

24 Luglio 2020

Anche in questa fase pre-elettorale viene “strattonato”. A dimostrazione del suo ottimo lavoro svolto per oltre 20 anni, al servizio dello sport in tutta la provincia di Avellino. Da più parti, gli è stata avanzata una proposta, ovvero una candidatura alle prossime elezioni regionali. Sono diverse, in queste ore, le “avances” fatte al delegato provinciale del Coni, Giuseppe Saviano.

A tanti piace l’operatività, l’impegno e la testardaggine che il prof mette nel portare in alto il nome dello sport in Irpinia, in particolare quello cosiddetto minore. I 20 anni di “Sportdays” ne sono un esempio plastico. Saviano ha capacità organizzative non indifferenti e conosce a fondo il mondo sportivo irpino. Ne conosce pregi e difetti, conosce ogni minimo particolare ed ha contatti con tutte le associazioni sportive, anche quelle più piccole, anche quelle localizzate nei posti più “sperduti” della provincia.

Ha alle spalle anche una militanza politica, non partitica, grazie soprattutto al suo impegno giovanile al fianco, in particolare, delle fasce più deboli della società. Il suo impegno è stato trasversale ed ha toccato anche il mondo del volontariato.

Insomma, la tempra del professore e le sue capacità, sono molto apprezzate negli schieramenti che oggi tentano la scalata a Palazzo Santa Lucia. Il suo telefono non “bolle”, ma squilla comunque di continuo. Saviano starà riflettendo? Persone a lui vicine sono pronte a scommettere che, anche questa volta, il delegato Coni rifiuterà le offerte e continuerà a portare avanti il suo lavoro, perché convinto assertore della terzietà e dell’indipendenza del mondo dello sport che lui rappresenta con tanta dedizione e convinzione.