Reati ambientali, Lega: “Numeri pericolosi in Irpinia, completare ciclo rifiuti”

0
631

“Preoccupati per i dati emersi dal nuovo rapporto annuale di Legambiente sui reati Ambientali “Ecomafia 2021” che vede aumentare i crimini in Irpinia. Come Lega, grazie ai nostri consiglieri regionali, abbiamo interrogato più volte la giunta sul mancato completamento del ciclo dei rifiuti. Le risposte ricevute non ci hanno mai convinti, De Luca e la giunta dicono che dal punto amministrativo il ciclo è chiuso ma i numeri elencati li smentiscono: il 12% dei reati in Campania, commessi da oltre 90 clan, sono compiti in Irpinia; le segnalazioni aumentate del 20%. Oggi, se non si aumentano i controlli e se non si chiude il ciclo dei rifiuti, la criminalità organizzata potrà sempre contare su un “Humus” vantaggioso a discapito delle tasche e della salute dei cittadini campani. Il ministro Lemorgese deve affrontare la questione senza riserve. Noi, unica vera opposizione in Campania, restiamo vigili e monitoreremo evolversi nelle prossime settimane. Non si scherza la salute delle persone”.

Così in una nota il coordinamento provinciale della Lega in Irpinia.