“Quillo è stordo”: la parodia della canzone di Fedez dedicata ad Avellino spopola sui social/VIDEO

“Quillo è stordo”: la parodia della canzone di Fedez dedicata ad Avellino spopola sui social/VIDEO

12 Marzo 2021

“Quillo è stordo”: la parodia della canzone di Fedez dedicata ad Avellino è virale sui social

E’ diventata virale sul web la nuova canzone di Enzo Costanza e Adolf: “Quillo è stordo” , la parodia della canzone “Bella storia” di Fedez, con un testo ironico e divertente dedicato ad Avellino.                                                   

Il video è stato girato in varie zone della città, da piazza Libertà a Corso Vittorio Emanuele, da Corso Umberto a rione Mazzini.                                       

Il mood della canzone è la frase “quillo è stordo”, un tormentone, una delle espressioni più utilizzate nei discorsi ad Avellino ma anche in provincia, per indicare, in modo non eccessivamente offensivo, una persona un po’ sciocca, credulona, anche se una precisa traduzione resta operazione complicata.

Proprio dalla frase “quillo è stordo”, è nata l’idea della canzone, nella quale Enzo Costanza e Adolf descrivono l’atmosfera tipica che si respira ad Avellino e il linguaggio che si utilizza.

Nella leggerezza e nei luoghi comuni snocciolati trova spazio un bignami della vita quotidiana del capoluogo, tra sogni da realizzare ed opere incompiute.

Si parte con la frase “Piove spesso a Piazza Macello”, vista la proverbiale abbondanza di precipitazioni nel capoluogo ma si parla anche di amori che nascono in periferia, di filosofia Marzulliana, con tante domande che rimangono senza risposte.

Si passa da “Avellino non cambia, soliti inganni, facciamo gli eroi magari un po’ enjoy” a “Noi amiamo questa città, abbiamo il lupo nel Dna”.

Ma nella canzone come nella realtà lo sport preferito resta quello del giudizio sommario del prossimo, della sentenza più semplice e tranchant , magari emanata in gruppo : “Quillo è stordo”.

La regia del video è di Guido Crescitelli, l’art director è Lisa Minichiello.                                                                                             

I protagonisti del video sono Enzo Costanza, giornalista ma  anche architetto e imitatore ed Adolf, affermato rapper irpino, con la partecipazione di Mattia Managò, Enrico Colella , Valentina Mazzarella e Sofia Camuso. La canzone è stata registrata da Claudio Petrozziello negli studi Petrof di Montemiletto.

Ecco il video