Questura, il saluto della Iorio: “Avellino una città difficile ma accogliente e con grandi potenzialità”

Questura, il saluto della Iorio: “Avellino una città difficile ma accogliente e con grandi potenzialità”

16 Settembre 2019

Alpi – L’ultimo giorno ad Avellino è un po’ movimentato. Saluti, ringraziamenti, telefonate, strette di mano. Un arrivederci ai colleghi che per quattro anni hanno condiviso con lei esperienze di lavoro quotidiane. Ma il suo è un commiato anche dai giornalisti e da tante altre persone che hanno fatto parte, in un modo o in un altro, delle sue giornate di lavoro.

Da oggi, la dottoressa Ornella Iorio non è più il capo di gabinetto della Questura di Avellino. “Porto con me il ricordo di un’esperienza formativa, una città accogliente, non facile ma che ha tutte le potenzialità per mantenere una alta qualità di vita”, ci dice tra un saluto e l’altro. “Mi scusi – ribadice – ma oggi è una giornata un po’ movimentata”. Come non capirla. Tra tutte le cose da fare per il nuovo incarico a Salerno ed i saluti, in queste ore, ovviamente, nella mente della dottoressa Iorio scorrono, come in un film, tutte le istantanee di questi ultimi quattro anni vissuti nel capoluogo irpino, nella “sua” regione.