Neonato morto, forse lanciato in scarpata dalla madre. Scomparsa della donna era stata denunciata dal convivente irpino

Neonato morto, forse lanciato in scarpata dalla madre. Scomparsa della donna era stata denunciata dal convivente irpino

16 Settembre 2019

Un neonato di 4 mesi, come già scritto dalla nostra testata, è stato trovato morto in un fossato lungo la statale Telesina, all’altezza di Solopaca, nel Beneventano. Secondo i carabinieri, una donna di 34 anni,  la madre, dopo aver urtato con l’auto il guardrail si sarebbe fermata e avrebbe lanciato il neonato nella scarpata. Poi sarebbe scesa nel dirupo e lo avrebbe colpito a bastonate. L’allontanamento della donna, insieme con il piccolo, era stato denunciato qualche ora prima dal convivente di 32 anni di Quadrelle. L’uomo ieri sera, preoccupato perchè si era allontanata in auto con il figlio, aveva denunciato la scomparsa ai carabinieri della compagnia di Baiano.

Probabilmente la donna si era diretta verso il suo paese di origine, Campolattaro, ma qualcosa deve essere scattato nella sua mente per indurla a uccidere il figlio. I carabinieri stanno sentendo tutta la cerchia familiare della donna, per capire se alla base del gesto vi fossero problemi con il compagno o un forte stato depressivo in seguito al parto. Nelle prossime ore la procura di Benevento affiderà l’incarico per l’esame autoptico sul bimbo. Sequestrata l’auto della donna, la Opel Corsa trovata da alcuni automobilisti di passaggio contro un guard raill. La donna è piantonata in ospedale.

Nei suoi confronti, il sostituto procuratore Vincenzo Toscano indaga per omicidio volontario. A quanto pare, non ci sarebbero più dubbi sul delitto, che in una primissima fase era sembrato un incidente stradale. Equivoci dovuti anche alle condizioni della donna, disabile sordomuta. Non è stato facile infatti stabilire un dialogo con la donna, sia per la sua condizione di disabilità, sia per lo stato di alterazione psicologica.