Quando conviene andare in vacanza a Creta

0
1378

Creta è la meta ideale per tantissimi turisti, europei e non solo, grazie alla presenza di alcune delle spiagge più suggestive del mondo, con mille chilometri di costa. E se è vero che qui il sole splende per 300 giorni all’anno, è altrettanto vero che occorre scegliere con un minimo di attenzione la data della partenza, perché non tutti i periodi sono ugualmente indicati per visitare Creta: non solo per una questione di clima, quanto dal punto di vista economico. Insomma, in bassa stagione si ha la possibilità di risparmiare, e non poco. Nelle prossime righe proviamo a scoprirne di più.

Da maggio a ottobre

Creta ha un privilegio su cui non tutte le isole possono contare: quello della posizione geografica. Questa isola, che è una delle più famose e grandi di tutta la Grecia, è molto vicina al continente africano. Proprio per questo motivo si tratta di una location assolata e molto calda, perfetta per chi non vuole rinunciare al caldo neppure in autunno oltre che, ovviamente, per tutti i turisti che hanno in mente di organizzare le proprie vacanze estive. Complici il clima mediterraneo e le temperature miti, qui è possibile fare il bagno e nuotare già a partire da maggio e fino a ottobre.

Perché scegliere Creta come destinazione

La spiaggia, comunque, è solo una delle tante ragioni per cui vale la pena di scoprire e visitare questa meravigliosa isola, che può vantare una lunga storia le cui radici affondano in migliaia di anni fa. Per altro, si tratta di una destinazione che può essere visitata senza problemi anche nel periodo autunnale o nei mesi invernali. E infatti Creta fa parte degli itinerari dei turisti da novembre in poi, in periodi in cui la folla è un ricordo lontano e sull’isola ci sono quasi solo i residenti. In linea di massima l’inizio della stagione turistica si verifica nel mese di aprile, con le vacanze di Pasqua, mentre la conclusione è alla fine di ottobre.

Bassa stagione: occasione da non perdere

Trascorrere le vacanze a Creta in bassa stagione offre la possibilità di entrare in contatto con la dimensione più autentica di questa isola. Perché, per esempio, non osservare i monti di Creta rivestiti di neve? Un manto bianco ricopre le cime più alte, infatti, nei periodi più freddi, regalando uno spettacolo a dir poco unico. Ovviamente prima di prenotare e organizzare tutti i dettagli del viaggio è bene pianificare le diverse aspettative che ci si propone di soddisfare con la vacanza. Nel caso in cui si abbia intenzione soprattutto di passare molto tempo sulla spiaggia sotto il sole e di concedersi lunghi bagni e nuotate, è chiaro che il periodo più indicato per la partenza è quello compreso tra il mese di giugno e la seconda settimana di settembre.

Quando si può fare il bagno a Creta?

Va comunque detto che il bagno si può fare anche nella seconda metà di settembre e per quasi tutto il mese di ottobre, in quanto si tratta di periodi in cui le temperature sono più che gradevoli. Certo, può capitare che ci siano le prime piogge, con le minime che scendono fino a 16 gradi. Se si decide di partire all’inizio della stagione autunnale, pertanto, è bene prendere in considerazione le soluzioni alternative rispetto alla spiaggia, per esempio organizzando delle escursioni o magari visitando i resti archeologici di cui l’isola è ricca. Si pensi per esempio alle rovine della città antica del re Minosse, che meritano di essere viste in autunno o in primavera e non sotto il sole cocente dei mesi estivi.