Qualità della vita in tempo di Covid: Avellino perde 6 posizioni ma è prima in Campania

0
1902

La città italiana in cui si vive meglio è Parma, al primo posto del 23esimo rapporto sulla qualità della vita in Italia stilato da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni. L’anno scorso era in 40esima posizione.

Salgono in classifica anche Torino, Milano, Firenze, Trieste e Bologna.

Questi i primi posti: Parma, Trento, Bolzano, Bologna, Milano, Firenze e Trieste.

Gli indicatori di benessere su cui si basa la ricerca sono nove: affari e lavoro, ambiente, disagio sociale e personale, istruzione-formazione e capitale umano, popolazione, reddito e ricchezza, sicurezza, sistema salute e tempo libero.

Non bene la situazione al Sud e in Campania: 76esimo posizione per Avellino che perde 6 posti ma risulta prima in Campania. Segue Salerno che recupera 6 posizioni. Crollo per Benevento che scende dalla 33° posizione alla 79°. 94esimo posto per Caserta (era 93esima). Napoli penultima al 106esimo posto rispetto alla 103esima posizione.