Quali sono le differenze tra noleggio a lungo termine e leasing?

27 Novembre 2020

In questo particolare momento storico, acquistare un’auto è una spesa piuttosto importante, che non tutti possono o vogliono sostenere.

Al di là dei costi, legati all’acquisto ma anche alla manutenzione, bisogna considerare l’immobilizzazione dei capitali e la svalutazione del mezzo, che perde di valore già dopo pochi mesi.

Le alternative all’acquisto  sono principalmente due: il noleggio a lungo termine ed il leasing.

Le agenzie di noleggio negli ultimi anni hanno investito molto in auto tecnologiche ed innovative, attirando così un pubblico sempre più ampio e variegato, che comprende privati, liberi professionisti ed aziende.

Tra le principali realtà in Italia si è imposta da tempo Rent4you, che vanta un parco auto ricco di modelli variegati, capaci di adattarsi alle varie esigenze. Nella vetrina online del sito ci sono anche vetture elettriche ed ibride, così da ottenere un ulteriore risparmio in termini di carburante.

Il noleggio a lungo termine è una soluzione sempre più apprezzata, poiché risulta flessibile e vantaggiosa per diverse categorie. Il cliente, con il pagamento di una rata mensile, può beneficiare del veicolo scelto per il periodo indicato dal contratto.

La rata comprende altre spese come tassa di possesso, assicurazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, assistenza stradale e cambio gomme a seconda delle clausole inserite. Al termine del contratto è possibile rinnovarlo, stipularne un altro o riconsegnare il veicolo. Così facendo c’è la certezza di avere a disposizione un mezzo nuovo e perfettamente efficiente, togliendosi anche lo sfizio di guidare auto sempre diverse.

Il leasing invece non prevede la manutenzione e l’assicurazione, che vanno pagate a parte dal cliente. Si tratta inoltre di una sorta di finanziamento, quindi può essere stipulato solo tramite banche e società finanziarie.

Il leasing prevede il pagamento di un acconto e di rate mensili ma, al termine del contratto, c’è l’opportunità di acquistare l’auto con una maxi-rata finale.

Il leasing può essere considerato come un contratto di vendita, ma è opportuno evidenziare che, al versamento della maxi-rata finale, il mezzo ha già perso una parte del suo valore. In tale ottica il leasing risulta una soluzione vantaggiosa solo per chi ha intenzione di comprare un’auto, ma preferisce dilazionare l’acquisto nel tempo per ammortizzare i costi.

Ci sarebbe l’alternativa del full leasing, una via di mezzo tra le due formule appena analizzate. In questo caso la rata mensile comprende tutte le spese, come assicurazione, furto e incendio, manutenzione ecc., ma ovviamente avrà un costo maggiore.

Non ci sono particolari differenze per quanto riguarda l’aspetto fiscale, poiché entrambe le soluzioni assicurano risparmi importanti sul pagamento delle imposte.