Provincia – Prova di forza della maggioranza: Romano all’Iacp

0
33

Iacp: prova di forza della maggioranza. Nominati Giovanni Romano (Margherita) con 11 voti, Guido Riccio (Sdi), anch’egli con 11 preferenze e per l’opposizione Sabino Morano (An). Chi si aspettava, dunque, che sulla nomina del consigliere del Fiorellino vi fosse un voto a sfavore è ora costretto a ricredersi. A Giovanni Romano non resta che attendere il decreto da parte del presidente della Regione, Antonio Bassolino, per dimettersi dal ruolo di consigliere di Palazzo Caracciolo e sostituire a tutti gli effetti, nella presidenza dell’Ente, Giovanni Maria Chieffo. Un consenso unanime della coalizione di centrosinistra ha decretato, dunque, la vittoria del grottese, reduce da un consenso elettorale che lo ha visto primo eletto, nell’ultima chiamata alle urne, in tutto il territorio provinciale, con oltre 4 mila voti. Oggi l’ennesimo successo. Un traguardo da noi già annunciato e su cui i dubbi erano realmente pochi. Nessuna sorpresa. Nessun rinvio. Nessun colpo di scena. “Ringrazio il gruppo della Margherita – ha dichiarato a caldo Romano – per la fiducia accordatami. Quando rassegnerò le mie dimissioni i primi ad esserne messi al corrente saranno i miei elettori”. Ma, nell’euforia generale, non potevano mancare parole di elogio per Chieffo che, a dispetto di tutto, è costretto ad abbandonare la poltrona principale dell’Iacp. A sottolineare le doti di un presidente in procinto di lasciare l’incarico, il responsabile Enti Locali del Fiorellino, Giuseppe De Mita: “E’ mio dovere ringraziare Chieffo per l’impegno con il quale ha saputo svolgere il ruolo di presidente di un istituto spesso considerato ‘ai margini’. Il partito, tuttavia, saprà cogliere le sue capacità e sfruttarle al meglio in altre occasioni”. Al di là delle parole resta il dato politico: il centrosinistra ha accettato le indicazioni provenienti dalla Margherita in particolare, e non ci sono stati né ‘sgambetti’ né ‘franchi tiratori’. Si apre, dunque, una nuova fase all’Iacp che sicuramente non sarà priva di polemiche: Chieffo aveva ben onorato l’impegno all’Istituto Case Popolari, e la ‘sostituzione’ ha il sapore di una scelta tutta interna alla Margherita. Nelle prossime ore si prevedono reazioni sul caso e non si esclude qualche colpo a sorpresa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here