Pronto a vendere 100 pasticche di ecstasy, arrestato dai Carabinieri

0
7

Avellino – Un arresto, otto segnalazioni alla Prefettura di abituali assuntori ed oltre cento pasticche di ecstasy sottoposte a sequestro. E’ il bilancio dell’attività investigativa posta in essere dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Provinciale di Avellino ottenuto nella notte tra sabato e domenica. Sono stati giorni di intenso ed impegnativo lavoro per gli uomini del Maggiore Francesco Merone ma che si sono conclusi con l’obiettivo prefissato: assicurare alla Giustizia un noto spacciatore della città capoluogo. A finire dietro le sbarre della Casa Circondariale di Bellizzi Irpino un 32enne, G.D.A. queste le sue iniziali, già noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti penali. Un volto fin troppo conosciuto insomma che nonostante la sua ‘esperienza’ nell’illegalità non è riuscito a sfuggire all’Arma. L’operazione antidroga, con l’impiego di dieci uomini della Benemerita, si è conclusa in piena notte alle spalle del Tribunale di Piazza D’Armi. I Carabinieri hanno atteso che l’uomo raggiungesse, a bordo della sua Renault Clio, il ‘covo’ prima di entrare in azione. Al momento del blitz infatti G.D.A. era in compagnia di alcuni giovani ai quali stava smerciando la ‘roba’. Immediatamente sono scattate ai suoi polsi le manette. A seguito di perquisizione, i militari hanno scoperto una busta di cellophane ben occultata sotto il sedile di guida della Renault Clio. Una busta che conteneva oltre cento pasticche di ecstasy e, come ha spiegato il Maggiore Francesco Merone “…si tratta di sostanza stupefacente della migliore qualità. Ad attestarlo è lo squalo stampato sulle stesse pasticche”. La droga ovviamente è stata sottoposta a sequestro e sarà esaminata al fine di verificare i composti utilizzati per produrre le pasticche. Il 32enne è stato accompagnato presso il Comando per l’espletamento delle procedure di rito al termine delle quali è stato associato alla Casa Circondariale di Bellizzi Irpino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria: l’uomo deve rispondere dell’accusa di possesso di droga finalizzato allo spaccio. Il blitz non si è concluso solo con l’arresto ed il sequestro. I Carabinieri infatti hanno segnalato alla Prefettura otto giovani avellinesi, tra i 16 ed i 18 anni, quali abituali assuntori di sostanze stupefacenti: i ragazzi sono stati ‘beccati’ mentre si accingevano ad acquistare l’ecstasy dal 32enne. Come ha spiegato il Maggiore Merone “…le pasticche sono la droga più venduta in quanto accessibile a tutti grazie al costo – dai 10euro ai 20euro è il prezzo sul mercato – ma anche perché è più facile entrarne in possesso. I consumatori dell’ecstasy purtroppo sono i giovani che l’associano alle bevande alcoliche incuranti delle conseguenze distruttive che possono causare all’organismo. Assumere ecstasy – sottolinea il Maggiore Merone provoca delle microlesioni permanenti al cervello”. (di Emiliana Bolino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here