Processo Nuovo Clan Partenio, la nota di Più Europa Avellino

Processo Nuovo Clan Partenio, la nota di Più Europa Avellino

9 Novembre 2020

Più Europa Avellino interviene sulla mancata costituzione in parte civile nel processo al cosiddetto Nuovo Clan Partenio: “I sindaci di Avellino e Mercogliano, Festa e D’Alessio, raggiunti dalla polemica a seguito dello scandalo per la mancata costituzione parte civile nel processo “Clan Partenio 2” assumono il ruolo di ILLUSIonisti. Le non-risposte fornite alla stampa non lasciano più alcun dubbio. Sembra che i sindaci siano convinti che le città, ovvero le comunità, non abbiano subito danni dalle malefatte di una presunta organizzazione criminale per la quale sono scattati decine di arresti. Secondo i sindaci, spari, esplosioni di ordigni, ricadute sociali di un clima di sottomissione alla prevaricazione mafiosa, non costituiscono danno per una comunità. Consigliamo ai sindaci di mettere da parte l’orgoglio e correre alla cancelleria del tribunale per costituirsi parte civile ponendo finalmente una pezza, almeno, al disastro politico che hanno causato e che concorre a danneggiare l’immagine di una terra che sta già sopportando il peso del nome. Già, a nostro parere il solo veder accostato il nome della nostra montagna, il Partenio, alla parola “clan”, basterebbe a farci ribollire gli animi di orgoglio. Senza un sindaco che riconosca e combatta con tutte le forze ogni prevaricazione mafiosa, siamo tutti meno sicuri e meno liberi”.