Processo Aias-Noi con Loro: acquisite dichiarazioni di Coscioni, braccio destro di De Luca sulla Sanità

0
1967

AVELLINO- Nel processo nato dell’inchiesta delle Fiamme Gialle della Compagnia di Avellino sui centri Aias-Noi con Loro sono stati acquisiti su richiesta del pm Vincenzo Toscano, il magistrato che conduce l’istruttoria davanti al collegio presieduto dal giudice Gian Piero Scarlato, i verbali di sommarie informazioni testimoniali rese dal cardiochirurgo Enrico Coscioni e dal magistrato Mario Pagano.

Entrambi erano stati ascoltati dal pm Vincenzo D’Onofrio e dai militari della Compagnia di Avellino delle Fiamme Gialle il 27 marzo 2018. Sia Coscioni che Pagano erano presenti in aula, ma alla luce dell’acquisizione non si è resa necessaria la loro escussione. Il primo, consulente e braccio destro di De Luca sulla Sanità, aveva risposto alle domande del pm D’Onofrio sulle circostanze legate all’accreditamento dell’Aias e alle difficoltà relative alla provvisorietà dello stesso.

Una anomalia quella dell’accreditamento provvisorio. Il giudice Pagano aveva invece parlato del famoso incontro con Gerardo Bilotta, uno degli imputati nel processo che però era stato trascritto nelle intercettazioni come “Bigotta”. Pagano aveva confermato che si trattasse, come riferito dagli inquirenti di Bilotta, ma l’appuntamento verteva su questioni patrimoniali e non su vicende legate all’Aias.

In aula è stato ascoltato come testimone (rinunciando al diritto in quanto familiare di uno degli imputati ad avvalersi della facoltà di non rispondere) anche Alberto Bilotta, che ha ricostruito il suo ruolo di consulente della Onlus guidata da Annamaria Scarinzi per il progetto finanziato dalla Regione Campania sulla digitalizzazione della Biblioteca.

Nella prossima udienza, fissata per il 13 ottobre, saranno ascoltati i consulenti della Procura di Avellino e uno dei dirigenti dell’Aias di Avellino.