Pro Loco Gesualdo, incompatibilità: Fulchini non è nel direttivo

19 Settembre 2005

Gesualdo – Che la Pro Loco Civitatis Iesualdinae non stesse attraversando uno dei periodi più floridi della sua storia era cosa risaputa. Il fatto che il Palio sia stato fatto slittare fino al due d’ottobre, per problemi di natura economica e logistica, è ancor più sintomatico della crisi che travaglia l’associazione di Gesualdo retta da Aldo Zarra. La nuova elezione del direttivo dello scorso mercoledì non ha prodotto gli effetti sperati, come una maggiore apertura alle istituzioni pubbliche, presso cui, infatti, sono arrivate richieste di finanziamento e fornitura di locali idonei alla gestione della Pro Loco. Durante la seduta d’elezione del nuovo direttivo da affiancare al presidente Zarra, non si è fatta attendere la risposta dell’assessore alla cultura, l’architetto Raffaele Fulchini, che ha chiesto, almeno sembra, di entrar a far parte dell’esecutivo per poter collaborare in prima linea per una partecipazione più attiva ai problemi dell’associazione. Ciò nonostante pare che l’esecutivo della Pro Loco di Gesualdo abbia respinto l’istanza di Fulchini, adducendo come motivazione il fatto che potrebbe scaturire un conflitto di interessi politico tra amministrazione comunale e l’associazione. Stesso problema per il ruolo di presidente onorario, ricoperto del capogruppo di minoranza e presidente della Fondazione Carlo Gesualdo, il notaio Edgardo Pesiri, ma quest’ultimo conserverà la carica perché essa con ha efficacia sulle scelte operative dell’associazione in quanto simbolica. L’assessore alla cultura dell’amministrazione Petruzzo, ovviamente, si è fatto da parte, facendo capire di voler in ogni caso collaborare alle iniziative. Pochi giorni prima della seduta del consiglio, il presidente Aldo Zarra aveva sottolineato l’importanza di coinvolgere membri dell’attuale amministrazione, non soltanto per avere all’interno della Pro Loco una voce degli organismi pubblici, ma anche per fugare i sospetti che l’associazione sia appannaggio di persone vicine a Pesiri. In ogni caso lo statuto sancisce l’obbligo della totale estraneità da enti pubblici o associazioni da parte delle cariche primarie dell’associazione onde alimentare diffidenze riguardo agli intenti. Nel corso della seduta d’insediamento del nuovo direttivo sono piovute copiose critiche sul presidente Zarra, poiché non avrebbe seguito la legale procedura d’elezione prevista dallo statuto. A suscitare perplessità è che, dopo la rinuncia del segretario De Stefano, non si siano state indette delle votazioni suppletive, anzi soltanto una nomina diretta. Dei dubbi potrebbero esserci anche per lo stesso presidente Aldo Zarra, contitolare membro esecutivo della Fondazione Carlo Gesualdo per l’organizzazione delle Giornate Gesualdiane Internazionali, da poco trapiantate dalla Pro Loco alla Fondazione. E pensare che il discorso d’apertura delle elezioni, tenuto da Aldo Zarra, si era aperto con un’esortazione: “Non creiamo polemiche, non alimentiamo dubbi, pensiamo al bene dell’associazione”. Di certo resta soltanto la data del Palio dell’alabarda fissato per il prossimo due ottobre, fremono i preparativi…e non solo. (mf.)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.