Primo maggio di protesta in Irpinia: marcia per la Piattaforma logistica

0
1452

Piattaforma logistica: l’Irpinia verso la mobilitazione generale. I segretari di CGIL, CISL e UIL Franco Fiordelisi, Fernando Vecchione e Luigi Simeone, hanno indetto, in sinergia con i sindaci del territorio, una marcia di pacifica protesta che partirà da località Foresta ad Ariano Irpino per giungere a Santa Sofia, presso il cantiere della Stazione Hirpinia. La data prescelta è emblematica: il primo maggio, a sottolineare quanto la realizzazione della Piattaforma logistica in Valle Ufita sia fondamentale per lo sviluppo e per il lavoro di questi territori.

Sulla locandina per invitare a partecipare, insieme alle forze politiche e sociali, tutta la popolazione, si ricordano i 75 anni della Costituzione e l’articolo 1 che recita: “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.

Dunque la Valle dell’Ufita ritorna ad essere l’emblema della vertenza, questa volta per scongiurare l’ennesimo scippo ai danni delle aree interne con la paventata esclusione, nell’ambito del riordino dei progetti PNRR, del “Polo logistico”, complementare alla Stazione Hirpinia.

La mobilitazione era stata già annunciata nel corso dell’assemblea di sabato scorso a Grottaminarda dove, sindacati, operai, sindaci, amministratori, cittadini, parlamentari, consiglieri regionali, imprenditori, ordini professionali si erano confrontati sulla tematica, sulle azioni possibili da mettere in campo, sottoscrivendo al termine, un documento che tutti i soggetti istituzionali presenti andranno ad adottare, quale ordine del giorno, nei rispettivi organi deliberativi.