Primi passi: un’opportunità per contrastare le povertà educative in Irpinia

0
576

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa del progetto Primi Passi realizzato con il contributo del Dipartimento delle Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Alla presenza del Sindaco di Avellino Gianluca Festa insieme agli assessori al Volontariato e alla Pubblica Istruzione è intervenuto Carlo Mele, per la Caritas Diocesana di Avellino, Valentino Santucci, presidente del Consorzio Percorsi ed ente capofila del progetto insieme ai rappresentanti dei partner.

Nel 2021, infatti, il Consorzio Percorsi insieme ai partner ETS Pianeta Autismo, Accademia dei giorni felici, Cooperativa Hope e Parrocchia dei Santi Biagio e Stefano di Forino hanno risposto all’avviso pubblico per il contrasto della povertà educativa e il sostegno delle opportunità culturali di persone di minore età “Educare Iniseme” presentando un progetto per l’Area A riguardo la cittadinanza attiva denominato “Primi Passi”.

AVVISO PUBBLICO EDUCARE INSIEME

L’Avviso Pubblico, infatti, mirava ad attivare la «comunità educante» creando una rete di solidarietà territoriale, o favorendone l’implementazione e il rafforzamento […] costituita da tutti coloro che partecipano con responsabilità, in maniera sinergica e con la stessa cultura pedagogica, alla crescita delle persone di minore età.

Inoltre era necessrio Favorire la presa in carico del benessere sociale ed educativo delle persone di minore età da parte di una pluralità di soggetti che va dai genitori, alla scuola, al sistema economico, giuridico e sociale, delle istituzioni religiose e sportive.
Infine Promuove la realizzazione di progetti che prevedano azioni sperimentali e innovative, educative e ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza

AREA A – CITTADINANZA ATTIVA

Dove era richiesto il coinvolgimento attivo dei minori attraverso percorsi partecipati, offrendo opportunità ludiche e di apprendimento che consentano ai bambini e ai ragazzi di acquisire conoscenze, sviluppare atteggiamenti e abilità per assumere un ruolo attivo, rispettoso e responsabile nella società di oggi e nella fase di ripartenza della società futura.

È richiesto quindi di Promuovere lo sviluppo di relazioni e reti tra i ragazzi e i diversi attori attivi sul territorio (associazioni, parrocchie, scuole, ecc) attraverso interventi e azioni intese a contrastare gli effetti negativi prodotti dalla pandemia su bambini e ragazzi e a prevenire che eventuali azioni messe in campo per contrastare il perdurare della pandemia li rafforzino ulteriormente.

PRIMI PASSI

Il progetto ambizioso realizzato sui territori di Avellino (Sede ETS Pianeta Autismo / Sede Accademia dei Giorni Felici) Fontanarosa (cooperativa sociale Hope) Forino (Parrocchia dei Santi Stefano e Biagio)prevede laboratori e attività di educazione non formale destinate a bambine e bambini da 6 a 10 anni.

Queste consentiranno la creazione di comunità educate che mira a mettere in rete le risorse del territorio che mirano a restituire ai partecipanti lo spazio e i tempi di gioco e di apprendimento in seguito alle limitazioni imposte dalla pandemia. Un’opportunità concreta per il capoluogo e per i più piccoli centri irpini che possono rappresentare un modello educativo con il quale progettare nuove azioni di crescita e sviluppo della comunità.

PASSI IN FAMIGLIA

Volti a ristabilire la relazione del genitore con il minore e con la scuola, ma anche una programmazione quotidiana che può rappresentare una maggiore opportunità nel periodo di pandemia che stiamo vivendo.

Sono previsti: Percorsi sensoriali, un Laboratorio naturale con raccolta e seriazione di materiale naturale, Percorsi in outdoor e un laboratorio di pittura e arti grafiche.

PASSI CONTRO L’EMERGENZA

Per ristabilire, post-emergenza, la relazione sociale ed umana tra il minore, il territorio e la comunità di riferimento per la costruzione di un buon clima relazionale e di ascolto tra i minori e gli educatori.

Sono previsti: Laboratorio di giardinaggio, Laboratorio musicale e di narrazione, Laboratorio di manipolazione

PASSI SCHOOL PER MINORI

Per ristabilire la relazione sociale con la scuola attraverso un percorso formativo di accompagnamento parallelo alle attività scolastiche, mediante azioni di tutoraggio e attività laboratoriali pomeridiane rivolto al reinserimento scolastico dei minori e una loro piena reintegrazione nella relazione in presenza con insegnanti ed educatori. Partirà all’inizio del prossimo anno scolastico per offrire a diversi minori occasioni di sostegno all’apprendimento mediante attività non formali, approfondimenti, ripasso creativo. Questo rappresenterà un concreto supporto alle famiglie in uno stato di povertà economiche e svantaggiate.

Sono previsti: Sostegno scolastico e doposcuola, Laboratorio grandi costruzioni, Laboratorio musica e canto, Laboratorio teatrale e narrazione

PASSI IRPINI

Il contatto diretto con il territorio al fine di ridefinire il concetto sociale di spazio e di riappropriazione dei luoghi per favorire l’implementazione delle competenze di base e delle soft skills dei minori e per supportare il clima relazionale tra adulto e minore un’ottica di scambio intergenerazionale e di conoscenza tra genitore/figlio.
Sono previsti: Caccia al tesoro nei parchi cittadini, Uscite tematiche sul territorio irpino

PASSI FRAGILI

Per un effettivo contrasto alla povertà educativa bisogna partire dalle famiglie più fragili sostenendole nell’acquisto di kit scolastici e kit informatici e attraverso un laboratorio di alfabetizzazione informatica per genitori.

COMUNITÀ IRPINA

Per sperimentare concretamente gli effetti del progetto sui territori e le comunità è previsto l’allestimento di un presidio educativo all’interno di spazi comunali che potranno essere uno spazio per i minori e le comunità attraverso l’organizzazione di numerose attività.