Pratola Serra, una strada politicamente in salita e un episodio su cui non si entra nel merito

0
1868

PRATOLA SERRA- Strada in salita per far uscire Pratola Serra dall’eterno scontro Aufiero-Galdo e proporre una tregua ad una comunita’ che esce da due anni di commissariamento per infiltrazioni della criminalita’ e dove nessuno a livello provinciale ha deciso di metterci la faccia. Cosi’, quando alla scadenza della presentazione delle liste ufficiali mancano meno di cinque giorni, a ricordare che nel comune dell’insediamento industriale piu’importante della provincia e in quello dove negli ultimi 24 mesi e’ stata una terna commissariale a reggere le sorti della cosa pubblica, ci ha pensato con un post sui social il vero outsider di questa vigilia elettorale, Piercarlo Fontana, alla guida del movimento pronto a fare da alternativa tra le due fazioni gia’ in campo. Una strada politicamente in salita e poi un episodio, su cui pero’ non si entra nel merito, che quella strada l’ ha resa ancora piu’ ripida e insidiosa: “La scorsa settimana si è consumato un atto gravissimo per il nostro paese e per il nostro movimento; la data del 27 novembre è sempre più prossima e la possibilità di creare e dare un’alternativa alla nostra comunità è ancor più difficile’. Questo l’incipit del messaggio di Fontana, che ha anche aggiunto: “Pratola Serra ha bisogno innanzitutto di serenità; serenità che continuerebbe a latitare se si continuasse ad offrire agli elettori i soliti schemi, le solite visioni, la solita vuota retorica. E’ il momento di osare!
Esserci è una scelta obbligata se vogliamo davvero invertire la rotta di una comunità che rischia di raggiungere il deprecabile punto di non ritorno”.