Pratola Serra: confronto politico su impianti sportivi e villa comunale

0
2074
sport_pratola_serra

PRATOLA SERRA – Su impianti sportivi e Villa comunale si sviluppa una nuova querelle a Pratola Serra. La minoranza consiliare “Terra Nuova” attacca sottolineando “confusione negli atti e chiede una risposta al sindaco che subito arriva: “scelta con l’unico obiettivo di restituire gli spazi pubblici e gli impianti sportivi alla nostra comunità”. .
LA NOTA TERRA NUOVA:”Con Determina del settore Affari Generali n° 40 del 08/05/2023, l’Ente Comune di Pratola Serra “Affida alla Pro Loco di Pratola Serra la collaborazione nella gestione a TITOLO GRATUITO, SENZA SCOPO DI LUCRO, del Parco Pubblico Villa Comunale, del Campo di Calcetto di Pratola Serra, del Campo di calcetto di San Michele e del Campo di calcetto di Serra di Pratola fino al 31.10.2023”.

Nella Determina in questione viene richiamata la Convenzione tra il comune e la Pro Loco di Pratola Serra, approvata con deliberazione della Giunta Comunale n. 47 del 17.04.2023.
La gestione in “house” degli impianti sportivi con l’ausilio delle associazioni locali è stata proposta nel programma elettorale di TERRA NUOVA; quindi la decisione accordata con la Determina in questione non può che renderci soddisfatti. Ricordiamo a noi stessi che l’Amministrazione aveva proposto, in campagna elettorale, l’affidamento degli impianti sportivi ad una fantomatica Polisportiva, probabilmente già individuata all’epoca. In ragione di questo è doveroso ringraziare i ragazzi della Pro Loco per la disponibilità e l’impegno che stanno profondendo.

Al contempo, nell’interesse dei nostri concittadini e anche dell’Associazione Pro Loco, però, non possiamo non rilevare una grande confusione e una serie di contraddizioni e violazioni che hanno contraddistinto l’inizio del rapporto di collaborazione tra l’Ente Comune e la Pro Loco stessa. Nella sua confusionaria ed approssimativa stesura – prosegue la minoranza – la Convenzione, in premessa, recitava testualmente “il rapporto con l’Associazione non ha la caratteristica dell’appalto essendo privo di un corrispettivo per le specifiche prestazioni”. Contrariamente a quanto testé enunciato, con Determinazione n. 41 del 10/05/2023 – Settore AA.GG. e Istituzionali, dietro specifica richiesta della Pro Loco, viene concesso un contributo di € 350,00 per addobbi relativi al passaggio del Giro d’Italia. All’interno della Determinazione viene addirittura richiamato lo schema di Convenzione approvato.

L’art. 6 della citata convenzione recita testualmente che “L’Associazione si impegna a stipulare o ad integrare le proprie coperture assicurative, per danni alle persone e alle cose, per tutte le iniziative riportate nel presente atto e provvederà alla copertura assicurativa della responsabilità civile per danni cagionati a terzi nell’esercizio della propria attività”. Contrariamente a quanto testé enunciato, con Determinazione n. 81 del 05/0572023 Settore IV MANUTENZIONE, PATRIMONIO, LL.PP., PROGRAMMAZIONE, EDILIZIA SCOLASTICA si conclude un affidamento diretto all’Us Acli di Avellino per la stipula, fino al 31/12/2023, di una polizza assicurativa RCT ed infortuni sugli impianti sportivi comunali, tra cui anche il campo di calcetto ubicato nel parco comunale, per una somma pari ad € 450,00.

Infine, la Determina di Settore – e non una Delibera di Giunta, altra stranezza – datata 08/05/2023, pubblicata solo in data 05/06/2023 (come mai?) CHIARISCE che la Pro Loco collabora nella gestione degli impianti sportivi prima enunciati e della Villa Comunale, GRATUITAMENTE e SENZA SCOPO DI LUCRO e quindi I CITTADINI POTRANNO USUFRUIRE GRATUITAMENTE DEI CAMPI DI CALCETTO DI PRATOLA SERRA, SAN MICHELE E SERRA DI PRATOLA.
Allo stesso tempo non appare per niente chiaro l’utilizzo dei chioschi presenti nella Villa Comunale per la somministrazione di cibi e bevande, relative autorizzazioni e manutenzioni varie ma, soprattutto, il tema riguardante eventuali introiti derivanti dalla vendita di cibi e bevande: aspetto che andrebbe a sconfessare il nobile obiettivo che non prevede scopo di lucro a vantaggio della Pro Loco stessa.
Proprio nell’interesse della stessa Associazione, non sarebbe stato più corretto concedere la GESTIONE DIRETTA, anzichè la semplice collaborazione, degli impianti sportivi, della Villa Comunale e dei chioschi alla Pro-Loco di Pratola Serra, al fine anche di valorizzare l’azione della stessa associazione ed eliminare ogni equivoco? Perchè non è stato fatto?”. Conclude la minoranza “Terra Nuova”.

LA RISPOSTA DEL SINDACO:
“𝐒𝐭𝐫𝐮𝐭𝐭𝐮𝐫𝐞 𝐒𝐩𝐨𝐫𝐭𝐢𝐯𝐞 𝐞 𝐕𝐢𝐥𝐥𝐚 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐟𝐢𝐧𝐚𝐥𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐚𝐢 𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚𝐝𝐢𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐏𝐫𝐚𝐭𝐨𝐥𝐚 𝐒𝐞𝐫𝐫𝐚.
𝐃𝐨𝐩𝐨 𝐚𝐯𝐞𝐫 𝐝𝐞𝐯𝐚𝐬𝐭𝐚𝐭𝐨 𝐢𝐥 𝐭𝐞𝐬𝐬𝐮𝐭𝐨 𝐬𝐨𝐜𝐢𝐚𝐥𝐞 𝐞𝐝 𝐞𝐜𝐨𝐧𝐨𝐦𝐢𝐜𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐏𝐚𝐞𝐬𝐞 – scrive il Sindaco Gerardo Galdo sulla pagina Uniti per Pratola Serra – 𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐢𝐠𝐥𝐢𝐞𝐫𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐠𝐫𝐮𝐩𝐩𝐨 𝐓𝐞𝐫𝐫𝐚 𝐍𝐮𝐨𝐯𝐚 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐨𝐫𝐚 𝐢𝐥 𝐜𝐨𝐫𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐩𝐚𝐫𝐥𝐚𝐫𝐞 𝐝𝐢 𝐩𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐭𝐢𝐯𝐞, 𝐫𝐞𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐞𝐧𝐝𝐨 𝐝𝐢𝐬𝐭𝐨𝐫𝐭𝐞 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐩𝐫𝐞𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐃𝐞𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐞 𝐞 𝐃𝐞𝐭𝐞𝐫𝐦𝐢𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐃𝐢𝐫𝐢𝐠𝐞𝐧𝐳𝐢𝐚𝐥𝐢.
𝐋𝐚 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐭𝐚 𝐡𝐚 𝐚𝐯𝐮𝐭𝐨 𝐮𝐧 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐨𝐛𝐛𝐢𝐞𝐭𝐭𝐢𝐯𝐨: 𝐫𝐞𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐢𝐫𝐞 𝐚𝐢 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚𝐝𝐢𝐧𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐬𝐩𝐚𝐳𝐢 𝐩𝐮𝐛𝐛𝐥𝐢𝐜𝐢 𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐭𝐫𝐮𝐭𝐭𝐮𝐫𝐞 𝐬𝐩𝐨𝐫𝐭𝐢𝐯𝐞.
𝐌𝐞𝐧𝐭𝐫𝐞 𝐥𝐞 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐭𝐞 𝐢𝐧𝐭𝐫𝐚𝐩𝐫𝐞𝐬𝐞 𝐧𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐚𝐧𝐧𝐢 𝐩𝐫𝐞𝐜𝐞𝐝𝐞𝐧𝐭𝐢, 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐚 𝐠𝐞𝐬𝐭𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐭𝐚𝐥𝐢 𝐬𝐭𝐫𝐮𝐭𝐭𝐮𝐫𝐞, 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐛𝐞𝐧 𝐧𝐨𝐭𝐞 𝐚𝐥𝐥’𝐈𝐭𝐚𝐥𝐢𝐚 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐚, 𝐯𝐢𝐬𝐭𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐝𝐞𝐭𝐞𝐫𝐦𝐢𝐧𝐚𝐭𝐨 𝐥𝐨 𝐬𝐜𝐢𝐨𝐠𝐥𝐢𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐩𝐞𝐫 𝐢𝐧𝐟𝐢𝐥𝐭𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐦𝐚𝐟𝐢𝐨𝐬𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐏𝐫𝐚𝐭𝐨𝐥𝐚 𝐒𝐞𝐫𝐫𝐚.
𝐋𝐚 𝐟𝐫𝐮𝐢𝐛𝐢𝐥𝐢𝐭à 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐞 𝐬𝐭𝐫𝐮𝐭𝐭𝐮𝐫𝐞, 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐬𝐬𝐚 𝐚 𝐜𝐡𝐢𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐧𝐞 𝐟𝐚𝐜𝐜𝐢𝐚 𝐫𝐢𝐜𝐡𝐢𝐞𝐬𝐭𝐚, 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐩𝐞𝐫𝐚𝐥𝐭𝐫𝐨 𝐠𝐢à 𝐚𝐜𝐜𝐚𝐝𝐮𝐭𝐨 𝐢𝐧 𝐨𝐜𝐜𝐚𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐢𝐧𝐚𝐮𝐠𝐮𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐕𝐢𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞, è 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐚 𝐫𝐞𝐬𝐚 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐢𝐛𝐢𝐥𝐞 𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐩𝐫𝐞𝐳𝐢𝐨𝐬𝐚 𝐜𝐨𝐥𝐥𝐚𝐛𝐨𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐏𝐫𝐨 𝐋𝐨𝐜𝐨 𝐞 𝐝𝐢 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐧𝐞 𝐬𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐟𝐢𝐞𝐫𝐢.
𝐂𝐚𝐫𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐢𝐭𝐭𝐚𝐝𝐢𝐧𝐢 𝐬𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐥𝐚𝐯𝐨𝐫𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐜𝐨𝐧 𝐜𝐨𝐬𝐭𝐚𝐧𝐳𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐫𝐢𝐜𝐨𝐧𝐬𝐞𝐠𝐧𝐚𝐫𝐯𝐢 𝐭𝐮𝐭𝐭𝐢 𝐠𝐥𝐢 𝐬𝐩𝐚𝐳𝐳𝐢 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐢 𝐜𝐡𝐞 𝐩𝐞𝐫 𝐭𝐚𝐧𝐭𝐨 𝐭𝐞𝐦𝐩𝐨, 𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐞 𝐚 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐭𝐞 𝐩𝐨𝐥𝐢𝐭𝐢𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐜𝐞𝐥𝐥𝐞𝐫𝐚𝐭𝐞, 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐠𝐚𝐫𝐚𝐧𝐭𝐢𝐭𝐨 𝐬𝐨𝐥𝐨 𝐞𝐝 𝐞𝐬𝐜𝐥𝐮𝐬𝐢𝐯𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐠𝐥𝐢 𝐢𝐧𝐭𝐞𝐫𝐞𝐬𝐬𝐢 𝐝𝐢 𝐪𝐮𝐚𝐥𝐜𝐡𝐞 𝐩𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐨”.