Prata, la sera della scomparsa di Mimì si festeggiava un altro compleanno: interrogati i partecipanti

0
4023

Il mistero è sempre dietro l’angolo e pronto a spuntare nell’intricata matassa che riguarda il caso Manzo, il 69enne di Prata Principato Ultra scomparso di casa la sera dell’8 gennaio 2021 e di cui si sono perse le tracce.

Tutti noi abbiamo saputo, fino ad oggi, che la sera in cui Mimì è sparito nel nulla, era in corso la festa della figlia del muratore, Romina, che risulta indagata e deve rispondere dell’accusa di sequestro di persona. Quella sera, però, non era soltanto Romina a festeggiare. Un altro gruppo di ragazzi, anche loro di circa 20enni, si era riunito a casa di uno di loro per festeggiare il compleanno. Una particolare coincidenza, due compleanni in un raggio d’azione non vastissimo.

Questa festa, infatti, si è svolta presso un’abitazione ubicata vicino alla Basilica dell’Annunziata, proprio quel luogo di culto in cui si recava spesso Mimì. Anche quella sera, il 69enne, dopo aver litigato con la figlia, disse ai partecipanti della festa di Romina, di voler andare lì. Poi tutti sappiamo come è andata.

Per questo motivo gli inquirenti, nei giorni scorsi, hanno ascoltato questo gruppo di ragazzi come persone informate sui fatti. Per capire se quella sera abbiano visto Domenico Manzo o qualcun altro. Ma, a quanto pare, dagli interrogatori non sarebbe emerso nulla di rilevante.

Potrebbero emergere particolari importanti, invece, dagli interrogatori dei genitori di Loredana Scannelli, ormai ex amica di Romina, anche lei indagata, ma per concorso in sequestro di persona. Starebbe emergendo, infatti, che di due, la sera della scomparsa di Mimì, siano stati in giro, a Prata Principato Ultra. Ci sarebbero dei filimati. La coppia dovrebbe essere ascoltata la settimana prossima. Ricordiamo, infine, che c’è un terzo indagato, ovvero Alfonso Russo, ex fidanzato di Loredana.