Più Europa Avellino celebra l’assemblea: Gallo coordinatore e Di Sapio presidente

0
737

All’assemblea degli iscritti di Più Europa Avellino di oggi era presente il portavoce regionale Raffaello Adesso. Gli attivisti irpini hanno confermato nella carica di coordinatore Alfonso Maria Gallo, componente dell’assemblea nazionale del partito, ed eletto come nuovo presidente Carmine Di Sapio, consigliere comunale di Avellino. Il nuovo direttivo è composto da Caterina Capuano, Angelo Di Pietro, Francesca Gallo, Riccardo Picariello e Maurizio Sorice ai quali si affiancano Bruno Gambardella, componente della Direzione nazionale, Amalia Leo, componente dell’Assemblea nazionale e Manlio Lomazzo, componente del collegio nazionale dei revisori dei conti.

Nel corso della riunione è intervenuto da remoto il segretario nazionale e sottosegretario agli Affari Esteri Benedetto Della Vedova, il quale, dopo aver ribadito il grande interesse e l’amicizia del partito verso l’Irpinia e verso la Campania, ha sottolineato come le buone ragioni sulle quali sono state costruite Più Europa siano sempre più evidenti e questo, oltre ad un motivo di soddisfazione, può essere un buon viatico per le prossime elezioni politiche”.

“Continua e si rafforza l’impegno del partito sui territori. In Campania siamo presenti con gruppi ben strutturati in tutte le province e sono orgoglioso del fatto che Più Europa Avellino ad oggi sia uno dei gruppi più grandi d’Italia. Dal congresso nazionale di luglio 2021 è stato fatto un grande lavoro politico e organizzativo che sta dando i suoi frutti” dichiara Bruno Gambardella.

Carmine Di Sapio, neoeletto presidente afferma: “Ringrazio gli attivisti di Più Europa che nei mesi scorsi mi hanno accolto con amicizia e che oggi mi hanno eletto presidente del gruppo. Assieme al coordinatore e ai dirigenti regionali e nazionali mi impegnerò affinché Più Europa diventi un punto di riferimento per quei giovani amministratori che, come me, hanno detto no alla politica intesa come guerra fratricida all’interno dei partiti e vogliono rappresentare un importante segnale di svolta per l’Irpinia”.

Alfonso Maria Gallo, confermato coordinatore, si dice “soddisfatto per la crescita del gruppo, uno dei più presenti negli organismi nazionali del partito, ringrazio gli iscritti per avermi rinnovato la fiducia in questo importante ruolo”. “Negli ultimi due anni, prima con la pandemia ed ora con la guerra, abbiamo compreso come all’Italia per essere forte serva più Europa e che un’Italia più forte in Europa è possibile. Le enormi sfide che stiamo affrontando sono inconciliabili con sovranismi e populismi vari. Ambiente, diritti civili e libertà individuali: continueremo a portare, in Irpinia come in tutta Italia, una visione politica che sfida la corrente”, conclude Gallo.