Pista ciclabile, Lega Avellino: “Festa risponda, cittadini non sono sudditi”

Pista ciclabile, Lega Avellino: “Festa risponda, cittadini non sono sudditi”

8 Marzo 2021

Si riporta la nota del coordinamento provinciale della Lega di Avellino.

Duecentotrentaquattromila euro per una colata di asfalto in uno dei luoghi più belli e caratteristici di Avellino.

Al di là dell’aspetto estetico, pur molto discutibile, la Lega vuole comprendere alcuni elementi. Sono stati compiuti tutti i passaggi riguardanti l’iter procedurale che poi hanno condotto all’assegnazione dell’appalto e all’inizio dei lavori?

Di quest’opera hanno parlato i media locali, soffermandosi sulla cifra impegnata e sottolineando un dato: mancherebbe il nulla osta della Soprintendenza. Si tratta di un fattore non di poco conto, che emerge anche dalla determina dirigenziale N. 716 del 07/10/2019 “Lavori di riqualificazione per la messa in sicurezza di Viale Italia e realizzazione di pista ciclabile”. In attesa di prendere visione del progetto esecutivo, la Lega vuole sapere una cosa molto precisa: sono state rilasciate tutte le autorizzazioni del caso? Oppure questa amministrazione va avanti senza attenderle né tantomeno rispettarle?

I cittadini finora si sono divertiti a ridicolizzare l’opera, e già questo dovrebbe far riflettere. Ma non sono sudditi, meritano risposte. Il sindaco Festa può degnarsi di sceglierne alcune, anche a caso, o intende proseguire in questo assordante e sbeffeggiante silenzio?