Pineta Grande, via all’udienza

Pineta Grande, via all’udienza

5 Febbraio 2021

E’ iniziata ed e’ stata subito rinviata all’11 febbraio, al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), l’udienza preliminare a carico di 36 persone imputate a vario titolo di corruzione, falso, indebita induzione, in relazione ai lavori di ampliamento del “Pineta Grande Hospital” di Castel Volturno.

Tra gli imputati l’imprenditore della sanità Vincenzo Schiavone, proprietario della clinica “Pineta Grande” di Castel Volturno, delle case di cura “Padre Pio” di Mondragone, “Villa Bianca” di Napoli, e “Villa Ester” di Avellino, i funzionari della Regione, il presidente di Aiop Campania (Associazione Italiana Ospedalita’ Privata), l’ex sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo con parte della sua giunta e alcuni ex consiglieri comunali.

Per tutti, la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha chiesto il rinvio a giudizio; gli inquirenti ritengono che attorno intorno ai lavori di ampliamento del “Pineta Grande Hospital”, importante struttura del litorale casertano che assiste anche migliaia di immigrati irregolari che vivono a Castel Volturno, si siano consumati numerosi illeciti, anche di carattere urbanistico.