Piccoli parlamentari europei crescono: riconoscimenti per gli studenti dell’Amabile

0
1091

Hanno discusso proposte di legge, ma anche modifiche ai regolamenti, partecipando direttamente sia alle sedute “plenarie” che alle attività delle commissioni. E i riconoscimenti sono fioccati.

Si è conclusa brillantemente la partecipazione degli studenti della classe V C dell’Istituto tecnico “Amabile” di Avellino al progetto di Alternanza scuola lavoro in digitale promosso da IMEP (international Model European People), che li ha visti protagonisti della più grande simulazione del Parlamento europeo.

I ragazzi irpini hanno svolto il ruolo sia di europarlamentari che lobbers, start uppers e perfino giornalisti per dibattere e trovare le soluzioni all’ordine del giorno nell’agenda europea attraverso la redazione di un articolato di legge, nel rispetto del dibattito democratico e delle regole di procedure usate nel consenso europeo.

Vincitori dell’edizione in digitale sono risultati Davide Czernecki come migliore “startupper” e menzione speciale, da inserire nel curriculum personale, a Matteo Giambrone e Nicole Malfetano  che si sono distinti per la loro capacità di “essere giornalisti” nel saper dibattere gli argomenti oggetto della discussione parlamentare

Un plauso va a tutta la classe e alla referente del progetto  la professoressa Maristella Pirone. Premiato nonostante le difficoltà legate alla pandemia il lavoro di gruppo.