Petitto: “I numeri non mentono; seconda Regione più povera d’Italia”

0
1626

Quanto affermato dall’On. Livio Petitto, capogruppo in Campania di “Moderati e Riformisti”, sulla gestione finanziaria delle Regioni della Corte dei Conti, analizzando e descrivendo lo stato economico degli enti locali del periodo 2019-2022.

“La Relazione sulla gestione finanziaria delle Regioni approvata dalla Corte dei Conti, per la Campania non fa altro che confermare quanto denuncio da tempo: sprofondiamo sempre più giù fino ad essere diventati la seconda Regione più povera d’Italia”. – parole dell’On Livio – .

“Non solo il totale fallimento sulle politiche sanitarie, con il 72% del bilancio destinato alla Sanità, ma una spesa pro capite tra le più basse d’Italia (1.957 euro) inferiore alla media nazionale (2.067) e anche a quella del Mezzogiorno (2.041) con il settore in piena crisi – prosegue l’onorevole Petitto- la Campania è addirittura ultima in classifica per investimenti nella Cultura. La nostra Regione si rende ancora una volta protagonista di un paradosso tragicomico, essendo la seconda nella graduatoria nazionale per beni e siti archeologici e fanalino di coda alla voce investimenti. Al nostro vastissimo e variegato patrimonio storico culturale è contrapposta la misera spesa dei comuni campani: appena 2,7 euro a residente, la più bassa in Italia. Un dato che lascia sgomenti se viene paragonato alla media nazionale, 17,3 euro, e se si osserva il trend a partire dal 2010, dove in Campania venivano spesi 7 euro a residente.

Una costante e drastica riduzione nel tempo che preoccupa, e allo stesso tempo vanifica gli sforzi di diffusione e sensibilizzazione culturale messi in campo dalle istituzioni locali e regionali. I cittadini campani meritano di meglio”.

Petitto osserva come al netto di “cifre incontrovertibili, è goffo il tentativo di De Luca di spingersi ad affermare che i dati siano stati travistati dall’organo contabile della Magistratura. De Luca e il Pd ammettessero una volta per tutte la loro incapacità amministrativa. I numeri non mentono – conclude il consigliere regionale- al contrario sconfessano i continui proclami di un Governatore che farebbe bene a cominciare a preparare le valigie. I cittadini campani meritano di meglio”.