Perugia – Avellino, il pagellone dei lupi: Bastien sprinta a centrocampo

0
19

IL MIGLIOREBastien 6 – Indisciplinato nel non possesso ma il più vivace in mediana. I suoi inserimenti producono due conclusioni nel primo tempo. Era alla prima da titolare col nuovo tecnico e, da interno, può solo crescere.

Offredi 5,5 – Non è sereno tra i pali e la comunicazione con il reparto difensivo è pressoché nulla. Il suo esordio non è da ricordare. Ha solo il merito, piccolo, di evitare la mazzata del 3-0 nel recupero.

Pucino 5 – In difficoltà sui cross dal lato opposto, come quando si lascia sfuggire Ardemagni nel primo tempo. Questa volta sul suo lato di competenza non ha attenuanti: prestazione da dimenticare.

Rea 5 – “Rischia” di ergersi a goleador su un’azione d’angolo, ma dietro fa fatica come al solito. Non c’è intesa con Biraschi.

Biraschi 5 – L’ingenuità colossale sul gol di Aguirre gli costa caro. Rimedia anche un giallo per un intervento in affanno sul diretto avversario. Giornata nera per lui che prova a riemergere nella ripresa.

Visconti 5 – Fabinho punta, Del Prete martella. Sul suo lato è davvero dura contenere le avanzate. La scarsa copertura di Bastien gli offre una minima attenuante.

D’Angelo 5,5 – Vivace in avvio nel proporsi in avanti.  (dal 16’ st Arini 5,5 – Volta sulla linea gli nega la gioia del gol appena mette piede in campo. Prova a lasciare il segno senza fortuna in un centrocampo spaccato).

Paghera 5 – Disastroso nella lettura di molti appoggi in mezzo al campo. Dovrebbe distribuire il gioco e invece dai suoi piedi non parte una traccia di manovra. Spento ed involuto.

Insigne 5 – Si danna tra le linee alla ricerca di una giocata utile per i compagni che non gli riesce. Il piazzato al bacio graffiato da Rosati in angolo è l’unico suo acuto degno di nota (dal 10’ st Sbaffo 5 – Improduttivo il suo ingresso nel traffico intasato tra le linee. Non conferma i progressi della precedente gara con il Pescara).

Mokulu 5,5 – Molto cercato dai compagni per la sponda. E’ ben marcato da Belmonte e Volta. Pochi spazi per il belga che quasi si pesta i piedi con il compagno di reparto Castaldo (dal 26’ st Tavano 5 – Un solo guizzo, isolato, che provoca l’ammonizione di Volta. Poi il nulla).

Castaldo 5,5 – Si allontana spesso dall’area alla ricerca di spazi utili per la giocata. C’è ben poco da fare con la densità creata dal Perugia tra difesa e centrocampo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here