Perquisizioni al Comune, fissata la prima udienza davanti al Riesame di Avellino

0
1592

Saranno i magistrati del Tribunale del Riesame per le misure reali di Avellino, il collegio presieduto dal giudice Sonia Matarazzo, a decidere sulla sussistenza dell’esigenza probatoria dei sequestri avvenuti nell’ambito dell’inchiesta sul Comune di Avellino da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino, agli ordini del tenente Gianluca De Vivo e dei militari del Nucelo di Polizia Giudiziaria delle Fiamme Gialle presso la Procura di Avellino.

Venerdi’ 22 marzo infatti saranno discusse le richieste di annullamento del decreto e della convalida dei sequestri da parte della Procura di Avellino. Si tratta del primo decreto firmato dal pm Vincenzo Toscano, che aveva portato agli accertamenti nei confronti della dirigente comunale Filomena Smiraglia e del consigliere comunale Diego Guerriero e di suo fratello Fabio. Tutti e tre sono indagati per una serie di reati (provvisoriamente contestati) che vanno dall’associazione a delinquere alla corruzione, alla corruzione per l’esercizio della funzione alla turbata libertà nella scelta del contraente, alla rivelazione del segreto d’ufficio, al falso e abuso in atti d’ufficio. La fissazione del Riesame determina anche l’avvenuto deposito di una parte della discovery di indagine degli inquirenti. Molto probabilmente una informativa dei Carabinieri del 31 agosto scorso a cui si farebbe riferimento nel decreto eseguito il primo marzo scorso. I ricorsi che saranno discussi sono quelli presentati dai penalisti Marco Campora e Marino Capone.