Palazzo di Citta’, l’ora piu’ buia del sindaco Festa: pensa alle dimissioni?

0
2988

Assediato dell’inchiesta della Procura di Avellino e dalle indiscrezioni che filtrano sugli sviluppi degli accertamenti eseguiti negli ultimi dieci mesi dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino e della Procura del capoluogo per il primo cittadino di Avellino Gianluca Festa, come nel famoso film britannico di Joe Wright (The Darkest Hour- L’ora piu’ buia) queste sono le “ore più buie” dall’inizio del mandato alla guida di Palazzo di Città nel giugno 2019. In poche settimane quella che era ormai ritenuta una scontata e plebiscitaria riconferma alla guida della città capoluogo ha fatto posto alle accuse (provvisoriamente contestate ndr) dalle indagini condotte dal pm Vincenzo Toscano. Atti che in larga parte lo stesso sindaco e la sua difesa hanno ormai potuto visionare dopo la richiesta di Riesame dei sequestri avvenuti il 6 marzo scorso. Proprio a quarantotto ore dell’udienza davanti al Collegio presieduto dal giudice Roberto Melone, si rincorrono le voci di una possibile scelta di lasciare l’incarico del primo cittadino. Una circostanza che però non è stata ancora confermata. Ma le voci si fanno sempre più insistenti. Le prossime ore saranno decisive per comprendere cosa succederà. Si parla anche di una delicata riunione che in queste ore a Palazzo di Città sta tenendo il sindaco con i suoi più stretti collaboratori. Cosa succederà? Le prossime ore saranno decisive per comprendere gli sviluppi di questa vicenda che tiene in attesa una intera città.