Omicidio Bembo, Mercogliano chiede giustizia

0
2859

Striscioni nella notte e alle prime luci dell’alba. Mercogliano chiede giustizia per uno dei suoi figli, per Roberto Bembo, ucciso la mattina di Capodanno. I suoi due presunti assassini ieri sono stati scarcerati per andare agli arresti domiciliari.

Una decisone, quella del Tribunale di Avellino, che alla città alle falde di Montevergine sembra aver lasciato l’amaro in bocca.

Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere, recita uno degli striscioni affissi nella piazza del Municipio di Mercogliano. Uno è stato posto anche all’ingresso del palazzo di Giustizia del capoluogo.